Call of Duty Warzone: l'impenetrabile anti-cheat Ricochet stato violato

Ricomincia la guerra tra cheater e Activision in Call of Duty: Warzone.

Vi ricordate di Ricochet, il nuovo sistema anti-cheat integrato in Call of Duty Warzone e che avrebbe dovuto sterminare i cheater perché agiva sul kernel, rendendo tutti i vari programmi inutili? Ecco, è già un colabrodo. A distanza di poco tempo infatti, la guerra tra cheater e Activision si è fatta più aspra, con il nuovo sistema bucato da semplici aggiornamenti dei vari software di trucchi.

Era prevedibile? Senz'altro, ma la speranza di aver trovato quantomeno un forte palliativo era cominciata a serpeggiare nelle nostre menti. I consolidati cheat maker dunque, sono già in grado di aggirare Ricochet con gli aggiornamenti nell'ultima settimana, riportando la situazione indietro di qualche mese. Inutile dire come a molti la cosa non è andata giù, tra tutti Dr Disrespect:

La tristezza di tutto ciò, deriva da uno degli account ufficiali che propone cheat maker che su Twitter, senza alcuna vergogna, propone questo:

"Cari membri, siamo felici di annunciare che EngineOwning per Call of Duty: Warzone è aggiornato e pronto per essere nuovamente utilizzato. I tempi di inattività sono compensati e sono stati aggiunti +7 giorni di bonus. Divertiti a barare! Vanguard seguirà molto presto."

Se anche il più infallibile dei sistemi fallisce, cosa rimane? Avrà mai fine tutto questo? Sono domande legittime alla quale probabilmente non troveremo mai risposta.

Fonte: segmentnext.com

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza