Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Skull & Bones sembra un miraggio, Ubisoft avrebbe riavviato lo sviluppo da zero un'altra volta

Tra questo e Beyond Good & Evil 2 il sentore di vaporware è fortissimo.

Skull & Bones è stato rinviato quattro volte da Ubisoft dal suo annuncio originale quasi quattro anni fa. Mentre il publisher continua a citare la necessità di tempo aggiuntivo per "realizzare la sua visione", una nuova voce si è fatta avanti per svelare qualcosa di più preoccupante dietro i suddetti rinvii.

Secondo un report di GameLuster, una fonte anonima "che ha familiarità con i meccanismi interni di Ubisoft" ha affermato che Skull & Bones ha riavviato il suo sviluppo "da zero" alcuni mesi fa.

Il gioco navale e incentrato sui pirati è quindi attualmente nelle "fasi iniziali" di sviluppo. Si dice che Ubisoft stia lavorando con una nuova build alpha e che non ci si può aspettare una finestra di lancio nemmeno alla fine del 2022.

Skull & Bones era originariamente previsto per un lancio nella seconda metà del 2018 prima di essere rinviato più volte. Sebbene una conferma ufficiale rimanga in sospeso, sembra ovvio che le sfide di sviluppo e le differenze creative abbiano costretto Ubisoft a ripensare i suoi piani originali.

Skull & Bones avrebbe dovuto prendere gli elementi navali di Assassin's Creed 4: Black Flag e creare un'esperienza multiplayer a tema piratesco completamente nuova. Ubisoft ha ammesso l'anno scorso che il progetto era più ambizioso di quanto originariamente previsto, portando a numerose sfide di produzione che si sono concluse con rinvii.

Ubisoft ora prevede che il lancio avverrà tra l'aprile 2022 e l'aprile 2023, ma non c'è alcuna garanzia. Skull & Bones è stato annunciato per PlayStation 4, Xbox One e PC.

Fonte: Segmentnext.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti