Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Wargaming si scaglia contro i copioni di World of Tanks

Una nuova "minaccia" direttamente dalla Cina.

Wargaming ha avviato un'azione legale contro le compagnie cinesi Changyou e Gamease, accusate di aver prodotto uno spudorato clone di World of Tanks denominato Project Tank.

Secondo gli sviluppatori dell'Est Europa, Project Tank ha "copiato la trama, il tema, i dialoghi, l'atmosfera, l'ambientazione, il ritmo e i personaggi di World of Tanks, in aggiunta a funzionalità specifiche, oggetti, carri e artwork", come riporta Polygon.

Il risultato è un "gioco poco originale e fastidiosamente simile basato direttamente su World of Tanks".

Le operazioni di copia sono messe in evidenza "dal fatto che i designer di Project Tank hanno copiato le inesattezze trovate in WOT, ciascuna delle quali non incide sul gameplay ma è stata inclusa per semplificare la modellazione dei carri e il processo di rendering".

Sono stati copiati persino dei carri che in realtà non esistono.

Il team di Project Tank ha dal canto suo definito come "bullismo" l'atteggiamento di Wargaming.

L'intenzione non è mai stata quella di "minacciare o competere su qualunque piattaforma con World of Tanks" e questo interesse dello studio è stato addirittura sorprendente.

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Paolo Sirio

Paolo Sirio

Contributor

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Commenti