Secondo Neil Druckmann, direttore creativo di The Last of Us, non è l'horror il cuore del nuovo titolo Naughty Dog, ma il rapporto tra i due protagonisti e il loro modo di affrontare ciò che hanno di fronte.

In un'intervista rilasciata ad Edge, Druckmann ha dichiarato "Fare paura non è la nostra prima intenzione. Ci saranno momenti spaventosi, ma non sono il cuore del gioco, neppure i mostri lo sono".

"Il rapporto tra Joel e Ellie è la cosa più importante. Vogliamo dire qualcosa sulle relazioni tra gli essere umani e il loro modo di essere. Non solo in questa ambientazione particolare, ma in ogni situazione possibile".

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Altri articoli da Lorenzo Fantoni