Uncharted 4 - guida

Capitoli, tesori, collezionabili e molto altro: tutti i segreti dell'ultima avventura di Nathan Drake svelati per voi!

Uncharted 4: Fine di un Ladro è finalmente arrivato. L'episodio che chiude il sipario sulla lunga avventura di Nathan Drake, iniziata poco meno di dieci anni fa su PlayStation 3, volge al termine nel modo più spettacolare che lo sviluppatore Naughty Dog abbia saputo immaginare e realizzare.

In questa guida vi aiuteremo quindi ad affrontare al meglio il gioco, fornendovi innanzitutto i consigli base per comprendere il sistema di controllo, il meccanismo di combattimento e delle coperture e, ovviamente, a completare il titolo in ogni suo aspetto, dai collezionabili, agli oggetti sbloccabili, fino alla raccolta di tutti i trofei. Gli oggetti collezionabili si suddividono in quattro categorie: Tesori, Appunti del diario, Documenti Del Diario e Conversazioni Facoltative, e ognuna di esse avrà una pagina dedicata che vi spiegherà e mostrerà come e dove raccogliere tutti gli oggetti che le appartengono.

Passiamo ora all'indice della guida, che aggiorneremo di continuo fino al suo completamento. Più in basso, invece, troverete alcuni consigli utili per affrontare al meglio l'ultima avventura di Nathan Drake!

- Nella pagina successiva: Uncharted 4: Fine di un Ladro - Prologo, Il Richiamo dell'Avventura.

Contenuti della guida:

Capitoli

Altri contenuti:

Uncharted 4: Fine di un Ladro - Collezionabili

Uncharted 4: Fine di un Ladro - Trofei

Uncharted 4: Fine di un Ladro - Easter Eggs

Consigli per il combattimento:

Uncharted 4 non è proprio un gioco incentrato sul combattimento, per cui non aspettatevi tattiche militari troppo sviluppate - costituisce in realtà più che altro un diversivo dalle meccaniche base del gioco che prevedono salti, scivolate, scalate e quant'altro, aiutando quindi a fluidificare e offrire varietà al gameplay. Il sistema utilizza un ibrido tra modalità stealth e operazioni di copertura, ma non è molto complicato: se i nemici non vi hanno ancora identificato avrete alcune opzioni di attacco silenziose disponibili. Non mancherà inoltre una tonnellata di muri e casse dietro cui ripararsi quando i proiettili inizieranno ad arrivare da tutte le direzioni. Le aree di combattimento sono solitamente caratterizzate da posti in cui potrete sfoggiare le vostre qualità acrobatiche, ma questa condotta sembra essere spesso più pericolosa che utile, visto che il sistema di bersagli fissi non è sempre reattivo e può rivelarsi controproducente, il più delle volte.

Di default, Nathan è equipaggiato con una piccola pistola ma i nemici lasceranno dietro di loro una buona quantità di alternative. Potrete portare con voi armi secondarie (che variano da pistole ad armi di piccolo calibro come Uzi, a fucili di precisione) ed un'arma a "lungo raggio" alla volta, come quattro candelotti di dinamite o quattro granate. Alcune armi lasciate sul campo brillano di luce dorata quando le dovrete raccogliere, e questo indica la loro maggiore potenza rispetto alle altre, ma ce ne sarà spesso una sola per ogni area, quindi non vi sarà occasione per far scorta di munizioni.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (91)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza