60fps sì o 60fps no? C'è chi dice di non accorgersi della differenza e chi invece non sopporta di scendere sotto la soglia del fotogramma ogni secondo, ma che impatto ha davvero il frame-rate sulla costruzione di un gioco?

Sappiamo che Destiny 2 girerà a 30fps su console e che su PC invece si potranno raggiungere fluidità maggiori, e Bungie ci spiega perché dalle pagine di EDGE Magazine come riportato da Gamespot.

VG247 riporta le parole del producer Mark Noseworthy: "Potremmo far girare Destiny 2 a 60fps? Sì, ma avremmo uno spazio più piccolo, meno opzioni cooperative e meno mostri a cui sparare. Quello non è il gioco che vogliamo fare."

"Non abbiamo la sensazione di esserci limitati scegliendo una simulazione più coinvolgente a discapito del frame-rate. Al contrario penso che possiamo offrire ai giocatori un'esperienza senza pari proprio grazie alle scelte che abbiamo fatto."

Sembra insomma che aumentare il frame-rate avrebbe avuto conseguenze importanti su aspetti fondamentali del gameplay e che Bungie sia stata costretta a limitare i fotogrammi al secondo per non sacrificare niente.

Pensate sia stata la scelta giusta?

Riguardo l'autore

Alessandro Arndt Mucchi

Alessandro Arndt Mucchi

Redattore

Giocatore cronico, lettighiere notturno, cuoco discreto, giurisprudente perplesso, musicista part-time, giornalista dal 2006. Da sempre esperto di versetti.