Epic Games Store: il noto Jason Schreier difende il controverso store online

In quanto offre un raro momento di stabilitÓ agli studi indie.

Epic Games Store Ŕ sempre stato al centro di numerose polemiche, sia che si parli di furto di dati (e conseguente rivendita a governi stranieri), politiche di acquisizione esclusive troppo invasive o le scarse funzionalitÓ offerte dal suo store, Epic Games Ŕ sempre al centro della polemica.

Mettendo da parte alcune problematiche (che senza dubbio ci sono), effettivamente bisogna ammettere che lo store della compagnia di Tim Sweeney fa di tutto per andare incontro agli sviluppatori (specialmente quelli indipendenti), in quanto si accontenta di una quota del 12% su ogni copia venduta. Considerando che la quota trattenuta da Steam Ŕ del 30%, Ŕ facile capire come mai molti sviluppatori tendano a firmare accordi con Epic.

Anche il famoso giornalista di Kotaku Jason Schreier si Ŕ schierato con l'Epic Games Store, tramite un Tweet ha infatti affermato che permette a tanti studi indie di rimanere a galla:

"Nelle ultime settimane ho parlato con due diversi sviluppatori indie, ed Ŕ emerso che non importa quante copie effettive vengono vendute, Epic Games Store assicura sempre il pareggio di bilancio. Questo rappresenta un raro momento di stabilitÓ in un'industria incerta. Ma accidenti, i videogiocatori sono costretti ad usare uno store carente di alcune funzionalitÓ (ovviamente qui Ŕ sarcastico)."

Concordate con Jason Schreier?

Contenuti correlati o recenti

ArticoloDeath Stranding: il tempo per “spiegarlo” sta finendo - editoriale

Kojima sembra perdere tempo aspettando l'inevitabile: “scoprire” che Death Stranding Ŕ soltanto un videogioco.

ArticoloGamescom 2019: Darksiders: Genesis - anteprima

╚ il nuovo Diablo? No, ma Ŕ comunque interessante.

Articoli correlati...

Commenti (10)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza