The Last of Us Part II avrà aree più grandi simili a Uncharted 4 e The Lost Legacy

Lo conferma il director Neil Druckmann.

Nell'ultimo decennio, Naughty Dog si è fatto un nome per la creazione di esperienze lineari con script, ma recentemente i loro giochi hanno sperimentato un design più aperto. Sebbene lontano dagli open world, sia Uncharted 4: A Thief's End e - in misura molto maggiore - Uncharted: The Lost Legacy avevano enormi aree aperte in cui i giocatori avevano la libertà di esplorare e affrontare obiettivi opzionali a loro piacimento.

L'imminente The Last of Us Part II non sarà un gioco open world, ma il gioco sperimenterà ancora una volta aree più aperte. Sul blog ufficiale di PlayStation, il director Neil Druckmann ha spiegato che il gioco consentirà di far cadere la tensione e permetterà ai giocatori di riprendere fiato con un gameplay più orientato all'esplorazione.

"Come hai visto con Uncharted 4 e The Lost Legacy, stiamo sperimentando aree molto più grandi", ha detto Druckmann. "Lo faremo con questo gioco. Vogliamo poter allentare la tensione e far dire al giocatore 'Che cosa voglio esplorare qui?'".

Naughty Dog ha affermato che questo è il gioco più grande che abbiano mai creato - circa il 50% più grande rispetto al primo capitolo - quindi questo è decisamente in linea con le precedenti dichiarazioni.

the_last_of_us_part_ii_brightened_feat_3840x2160

Che ne pensate?

The Last of Us Part II uscirà in esclusiva per PS4 il 21 febbraio 2020.

Fonte: Gamingbolt.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Martha is Dead è il nuovo thriller psicologico degli sviluppatori di The Town of Light

Annunciata una nuova partnership tra Wired Productions e LKA.

Un intero match di Project Resistance in un nuovo interessante video gameplay

Vediamo insieme lo spin-off di Resident Evil in azione.

Daymare 1998 - recensione

Un incubo a occhi aperti, nel bene e nel male.

Il nuovo Resident Evil, Project Resistance, si mostra nel primo teaser trailer

Maggiori informazioni verranno date al Tokyo Game Show.

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza