Capcom con profitti record per il terzo anno consecutivo grazie a Resident Evil 2 Remake e Monster Hunter World

Il digitale ha giocato un ruolo fondamentale.

Capcom ha pubblicato i risultati finanziari di fine anno, registrando profitti record per il terzo anno consecutivo, nonostante una significativa riduzione delle vendite complessive. Per l'anno conclusosi il 31 marzo, Capcom ha registrato ricavi in ​​calo del 18,4% su base annua a 81,6 miliardi di Yen ($ 766 milioni), mentre l'utile netto è aumentato del 27,1% a 15,95 miliardi di Yen ($ 150 milioni).

La società ha dichiarato che i suoi risultati per l'anno sono stati guidati da Monster Hunter World: Iceborne (per un totale di 5 milioni di copie distribuite) e dalle forti vendite di catalogo dell'originale Monster Hunter World (ora con 15 milioni di copie vendute), Resident Evil 2 e Devil May Cry 5. Un crescente spostamento verso vendite digitali ha contribuito a migliorare la redditività complessiva dell'azienda.

Mentre Capcom ha notato che le sue attrezzature ed attrazioni arcade potrebbero soffrire della pandemia da COVID-19, ha affermato che il core business dei videogiochi non dovrebbe essere influenzato troppo gravemente, dato quanto la sua attività si è orientata verso la distribuzione digitale dei giochi.

Guardando al futuro, Capcom prevede un altro anno record. Per l'anno che si concluderà il 31 marzo 2021, prevede vendite nette in aumento del 4% a ¥ 85 miliardi ($ 798 milioni), con un utile netto in crescita del 13% a ¥ 18 miliardi ($ 169 milioni).

Fonte: GamesIndustry

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza