L'upgrade per PS5 di Horizon Zero Dawn offre un'esperienza impeccabile a 60fps

Un ottimo modo per godersi il primo gioco in attesa di Forbidden West.

In un evento virtuale Gamescom relativamente scarno di contenuti, la release di un upgrade gratuito a 60fps di Horizon Zero Dawn per PS5 ha sicuramente lasciato il segno, consentendo a un altro classico first party Sony di esprimersi al meglio con l'esperienza a pieno frame-rate. Questa patch è interessante perché sbloccare i 60fps non è facile come attivare un interruttore, come dimostrato dalla versione iniziale per PC dello scorso anno. Questa edizione ha messo in luce il fatto che togliere semplicemente il limite di frame-rate comporta una serie di problemi in un gioco programmato per girare a 30fps. Semplificando il concetto, è chiaro che questa patch ha un bel lavoro dietro ed è plausibile che molte delle soluzioni adottate dalla revisione della versione PC siono state impiegate anche per questo upgrade per PS5. Guerrilla ha fatto un bel lavoro a questo giro.

Ma quindi cosa fa questa patch all'atto pratico? Horizon Zero Dawn segue virtualmente la strada spianata da God of War, Days Gone e dalle patch iniziali di Ghost of Tsushima, con una grafica che rimane inalterata, frame-rate sbloccato e v-sync impostato a 60fps. Questo implica che è in azione il 2160p checkerboarding, ma anche che la modalità di rendering alternativa a 1368p della PS4 Pro è stata cannata perché ridondante. Nonostante non ci siano upgrade alle opzioni di rendering, si ha la percezione che la grafica sia migliorata semplicemente grazie al raddoppio del frame-rate, visto che gli artefatti prodotti dal checkerboarding adesso rimangono su schermo per un solo fotogramma ogni due. Su schermi piatti moderni questo aiuta non poco, gli artefatti si notano di meno.

Alex Battaglia e John Linneman discutono dell'upgrade a 60fps di Horizon Zero Dawn per PlayStation 5.

Parlando di prestazioni, otterrete effettivamente un'esperienza a 60fps bloccati, decisamente perfetta. Anche in modalità retrocompatibile la PS5 fornisce un sostanziale upgrade rispetto alla PS4 Pro, grazie a 2,5x di potenza computazionale e al doppio della banda di memoria. Nelle precedenti patch 'back-compat plus' dei titoli first-party, abbiamo visto questo tradursi in un balzo di prestazioni pressoché in linea con l'aumento di potenza compute disponibile. Nello specifico, con Horizon Zero Dawn, abbiamo notato solamente un piccolo calo durante le cut-scene, ma per il resto il gioco girava inchiodato a 60fps. Ci possono essere rari casi in cui le prestazioni perdono un paio di fotogrammi rispetto ai 60, ma è veramente difficile notarle.

Sembra inoltre che i miglioramenti inseriti nella versione a 60fps PC siano stati in gran parte estesi alla versione console, anche se alcuni effetti di 'teletrasporto' su oggetti e personaggi rimangono durante le inquadrature delle cut-scene. Una cosa curiosa è che i timing delle cut-scene non corrispondono né a quelli della versione PC né a quelli della PS4 Pro, quindi supponiamo siano stati introdotti dei fix addizionali per minimizzare il problema.

Ci sono anche alcuni interessanti bonus in questa patch che vanno oltre all'upgrade del frame-rate. Le note ufficiali della patch parlano di uno streaming migliorato nella modalità retrocompatibile e abbiamo testato questo aspetto visitando un'area del gioco indicataci dallo stesso team di Guerrilla: Meridian. Su PS4 Pro, girare in quest'area ricca di dettagli a velocità causa frequenti problemi di streaming, con texture e poligoni che spuntano all'improvviso. La buona notizia è che su PS5 questo problema viene completamente risolto. Sulla nuova console ci sono anche miglioramenti ai caricamenti: iniziare la campagna richiede circa un minuto su PS4 Pro, mentre su PS5 bastano 31 secondi. Su PC questo stesso processo richiede circa 15 secondi su un SSD NVMe con velocità 3,5GB/s in lettura.

Far girare Horizon Zero Dawn a 60fps non è impresa facile, come evidenziato dalla versione PC del gioco. Quest'ultima adesso è migliorata e sembra che queste modifiche siano servite per spianare la strada alla versione PS5.

L'unica critica che potremmo fare riguarda il fatto che la patch è essenzialmente un upgrade dalla versione PS4 Pro piuttosto che un tentativo d'inserire tutti gli abbellimenti grafici presenti nella versione PC. E infatti il filtro anisotropico è decisamente basso rispetto alla versione PC, mentre l'interazione massiccia con la vegetazione della versione PC non sembra essere stata implementata. In definitiva, il gioco su PS5 rappresenta un buon upgrade gratuito della versione PS4 Pro, ma potrebbe diventare un candidato per un'opera di remaster.

Concludendo, Horizon Zero Dawn è un gioco rinnovato grazie all'upgrade a 60fps. Il limite dei 30fps è stato rimosso e abbiamo miglioramenti netti nello streaming in background che ha sempre creato problemi. Il tempismo di questa patch è pure perfetto, visto che il sequel Horizon Forbidden West è in arrivo il prossimo febbraio, e i possessori di console PS5 avranno abbastanza tempo per giocare Zero Dawn insieme all'ottimo DLC Frozen Wilds. Si tratta in definitiva di un ottimo upgrade che vale la pena provare.

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Alex Battaglia

Alex Battaglia

Video Producer, Digital Foundry

Ray-tracing radical, Turok technophile, Crysis cultist and motion-blur menace. When not doing Digital Foundry things, he can be found strolling through Berlin examining the city for rendering artefacts.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Horizon VR insieme a Horizon Forbidden West? Firesprite sarebbe al lavoro su un titolo per PlayStation VR 2

La serie Horizon potrebbe arrivare anche nella realtā virtuale per un rumor.

Lost in Random - recensione

Un mondo a sei facce con molto stile.

Psychonauts 2 - recensione

Psychonauts 2 č un altro folle viaggio firmato Tim Schafer.

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza