Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Dopo Call of Duty: WWII, Sledgehammer Games è al lavoro su due giochi

In programma l'assunzione di 100 sviluppatori.

Lo studio di Call of Duty: WWII, Sledgehammer Games, sta cercando di espandersi. Il COO della compagnia, Andy Wilson, ha confermato in una nuova intervista che lo sviluppatore sta cercando di assumere 100 sviluppatori nelle sue sedi in tutto il mondo per lavorare su due giochi contemporaneamente.

Sledgehammer è stata fondata nel 2010 dai veterani di Dead Space e EA, Glen Schofield e Michael Condrey, che hanno entrambi abbandonato lo studio. Con Sledgehammer che sta entrando nel suo secondo decennio di esistenza, Wilson ha detto a VentureBeat che lo studio sta lanciando un'iniziativa chiamata "Decade II", e questo include l'assunzione di molte più persone nei suoi uffici in California e Australia.

Wilson ha detto che Sledgehammer ha già ricevuto oltre 2.000 candidature per i suoi numerosi ruoli aperti nei suoi uffici di Foster City, California, e Melbourne, Australia.

"Sledgehammer Games sta entrando in un periodo di crescita in entrambe le nostre principali sedi a Foster City, California e a Melbourne, Australia. Ora siamo uno studio multi-progetto e stiamo cercando un numero considerevole di nuovi membri", ha detto Wilson.

Sledgehammer attualmente impiega più di 200 persone e prevede di aggiungerne più di 100 nel prossimo anno, ha affermato Wilson. Il dirigente ha aggiunto che uno dei vantaggi di Sledgehammer è che consente allo sviluppatore di essere attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il che è necessario per i tipi di giochi online costantemente aggiornati che realizza lo studio.

L'ufficio di Melbourne è stato aperto nel 2019. È stato recentemente rivelato che il team di Melbourne ha anche contribuito a Call of Duty: Warzone. Lo studio non ha alcun progetto annunciato in questa fase, ma dovrebbero essere al lavoro su un nuovo titolo Call of Duty.

Activision, proprietaria di Sledgehammer, ha numerosi studi che contribuiscono al franchise di Call of Duty. Questi includono Infinity Ward, Treyarch, Raven Software, High Moon Studios e Beenox, tra gli altri.

Il nuovo Call of Duty dovrebbe arrivare entro la fine dell'anno, anche se Activision non ha ancora confermato quale studio si sta occupando dello sviluppo. Solitamente, la compagnia annuncia il nuovo COD nel mese di maggio, quindi potrebbero arrivare novità a breve.

Che ne pensate?

Fonte: Gamespot.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti