Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

For Honor: Ubisoft risponde alle lamentele riguardanti le microtransazioni

Gli utenti denunciano il loro eccessivo costo.

For Honor nei giorni scorsi ha aperto un acceso dibattito presso la community dei suoi giocatori, i quali denunciavano i prezzi delle rispettive microtransazioni, a loro dire troppo esagerati.

Ubisoft non è rimasta passiva, ma è recentemente intervenuta sulla questione. Queste le parole del director Damien Kieken, condivise nel corso di un livestream:

"La nostra intenzione, sin dal principio, non era mai stata farvi sbloccare tutto all'interno del gioco. In For Honor ci sono meccaniche RPG che si fondono nel genere del picchiaduro, quindi ci sono progressioni simili ad esperienze come World of Warcraft, o in qualsiasi MOBA, non è pensabile sbloccare l'universo dei contenuti di quel gioco. Noi avevamo in mente che un giocatore medio potesse utilizzare da uno a tre personaggi. Allo stesso modo gli oggetti estetici, per noi essi rappresentano elementi da sbloccare alla fine del gioco, cioè l'utente se li deve sudare dopo svariate settimane di gameplay. Abbiamo messo tanti elementi disponibili al giocatore, ma hanno un prezzo se li si vuole subito senza faticare. Ovviamente siamo consci delle lamentele, e raccogliere feedback dai nostri fan è la priorità", ha spiegato Kieken.

Voi siete d'accordo o a sfavore di Ubisoft? Fatecelo sapere!

Vi ricordiamo che For Honor è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC.

A proposito dell'autore
Avatar di Edy Bernardini

Edy Bernardini

Contributor

Figlio degli anni 90, tra le sue tante passioni spiccano il cinema e il videogaming: di quest'ultimo medium difende a spada tratta le enormi potenzialità espressive.

Commenti