Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Il director di A Way Out si è prestato per registrare stunt in motion capture

Quando si dice: "chi fa da sé, fa per tre".

Josef Fares è il director di A Way Out e dopo aver dimostrato il tuo talento come director in Brothers: A Tale of Two Sons, ora ha deciso di padroneggiare un nuovo mestiere, il motion capture.

Egli ha infatti rivelato, riporta Playstationlifestyle, di essersi prestato in prima persona per tutte le registrazioni del motion capture di uno dei personaggi principali di A Way Out, Leo. L'altro personaggio del gioco, Vincent, è stato invece interpretato nelle sessioni di motion capure dallo Studio Manager Oskar Wolontis.

Si tratta di un'approccio tutto sommato unico, considerando anche la necessità di esibirsi in determinate acrobazie, ma Fares ha dichiarato di essere preparato a fare tutto.

"Non avevamo stuntman, per cui tutti i salti, le acrobazie, i combattimenti che i giocatori vedranno nel gioco sono state realizzati da noi. E' stato piuttosto difficile, ci siamo organizzati e messi d'accordo anche se ci siamo fatti male un paio di volte. Se credi in qualcosa, e ne sei appassionato, allora sei disposto a fare qualsiasi cosa per renderla realizzabile. Non so quanto tempo abbia passato indossando quel costume da mo-cap, ma è stata una quantità pazzesca di tempo".

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni?

A proposito dell'autore
Avatar di Stefan Tiron

Stefan Tiron

Contributor

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Commenti