Primi dettagli su Elder Scrolls V: Skyrim

Alla scoperta del nuovo gioco di Bethesda.

Secondo quanto riportato nell'ultimo numero di game Informer (via NeoGAF), nel prossimo gioco della serie The Elder Scrolls, Skyrim, saranno presenti ancora una volta i perk (abilità da sbloccare ottenendo nuovi livelli di esperienza) e saranno disponibili alcune mosse finali legate alla tipologia di arma equipaggiata dal personaggio.

Nell'articolo si parla inoltre della presenza di bambini nel gioco, segno che presumibilmente Skyrim integrerà delle quest amorose che permetteranno all'eroe di avere figli, in modo del tutto analogo a quanto accade in Fable.

I nemici saliranno di livello in modo da fornire costantemente al giocatore un adeguato livello di sfida, ha specificato Bethesda in un messaggio pubblicato sul sito ufficiale della compagnia.

"Visto che la gente ci sta facendo molte domande su questo punto, vogliamo fare un po' di chiarezza. Tutti i nostri giochi sono caratterizzati da una certa casualità e da un livellamento basato sull'esperienza del giocatore. In questo senso Skyrim è simile a Fallout 3, non a Oblivion", afferma Bethesda.

In Skyrim non ci saranno classi precostituite ma i giocatori potranno potenziare il personaggio scegliendo liberamente tra 18 abilità uniche, un numero inferiore rispetto alle 21 di Oblivion. Abbandonata anche la scuola degli incantesimi legati al Misticismo, con la conseguente perdita di una serie di abilità, riporta game Informer.

Raggiunto un nuovo livello, il giocatore dovrà scegliere se utilizzare i punti al fine di incrementare la salute, la magia o l'energia del protagonista. Dieci le razze dalle quali si potrà partire per creare il proprio eroe per mezzo di un editor rinnovato.

Nel nuovo gioco di Bethesda sarà inoltre disponibile una nuova serie di missioni dinamiche; a seconda dei viaggi già compiuti dal protagonista e in base alle abilità sbloccate, gli verranno proposte determinate quest che gli chiederanno di utilizzare le abilità nelle quali eccelle, o di andare in posti che non ha ancora visitato.

Le ambientazioni saranno caratterizzate da maggiore varietà, sia all'aperto che nel sottosuolo, e il protagonista dovrà scontrarsi con una serie di mostri tra i quali figureranno zombi, scheletri, ragni giganti, troll e tanti altri.

I dragoni potranno attaccare le cinque città presenti nel gioco, mettendole a ferro e fuoco. In tempo di pace, invece, negli agglomerati urbani sarà possibile svolgere un gran numero di attività secondarie che permetteranno di guadagnare denaro e punti esperienza.

Le vicende narrate in Skyrim si svolgono a 200 anni di distanza dalla conclusione della storia di Oblivion, nelle terre che si trovano a nord dei luoghi visitati nella precedente avventura. I dragoni stanno ancora una volta minacciando la terra, e sarà compito del protagonista sconfiggerli ancora una volta. Il re di Skyrim, inoltre, è morto, e la terra, oltre che dai draghi, è devastata dai continui conflitti tra i popoli che vi abitano.

Migliorato, infine, il comparto audiovisivo. I volti dei personaggi saranno in grado di esprimere le proprie emozioni, e questa caratteristica dovrebbe conferire maggiore spessore e verosimiglianza ai dialoghi, resi più interessanti da una IA rinnovata.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Project Witchstone è l'RPG indie che promette di rivoluzionare il genere

Sulle orme di Dungeons & Dragons il prossimo anno su PC, Xbox One e PlayStation 4.

Dragon Age 4 non sarà lanciato prima di metà 2022

L'attesa per il nuovo capitolo si fa lunga.

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza