Un report errato affossa l'industria videoludica scozzese

A qualcuno non piacciono i videogiochi...

L'industria videoludica scozzese impiega solo 200 persone e non crea alcun profitto, stando a un report delle associazioni governative Scottish Enterprises e Creative Scotland.

Gli introiti dell'intero settore si aggirerebbero intorno ai ú10 milioni, un vero e proprio disastro rispetto alle cifre registrate negli altri mercati europei e mondiali.

Come segnalato da GamesIndustry International, tale report Ŕ palesemente inesatto: la sola Rockstar North, con sede ad Edimburgo, dÓ lavoro a molti pi¨ sviluppatori ed altre 120 o pi¨ compagnie sono state tenute fuori dal conteggio.

La preoccupazione degli addetti ai lavori scozzesi Ŕ che questo report possa in futuro condizionare i fondi statali e i contratti stipulati con terze parti, che potrebbero ovviamente fare leva sulla presunta situazione fallimentare del settore per offrire compensi inadeguati.

Vai ai commenti (6)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Gli sviluppatori di Hitman al lavoro su una nuova IP

Non solo Hitman 3 per IO Interactive.

L'uscita di GTA 6? Secondo un analista Ŕ ancora molto lontana

Non dobbiamo aspettarci a breve un nuovo capitolo dell'amata serie di Rockstar.

Su PokÚmon GO sono diversi i PokÚmon shiny apparsi in tutto il mondo

Il PokÚmon GO Fest di Dortmund sta coinvolgendo allenatori di tutto il mondo.

Articoli correlati...

Commenti (6)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza