Take-Two interviene contro l'associazione GTA - violenza

Ecco la replica ad un recente fatto di cronaca nera.

Take-Two ha diramato una nota ufficiale a seguito dell'ennesima associazione GTA - violenza fatta da investigatori e media americani, che hanno imputato alla serie di Rockstar l'influenza su un ragazzino di 8 anni che ha ucciso una 87enne della Louisiana.

Fare "una connessione con l'intrattenimento - una teoria che è stata smentita ripetutamente da molteplici studi indipendenti - minimizza questo momento e aggira il problema reale", ha spiegato il publisher con un comunicato fornito alla CNN.

Lo sceriffo locale aveva in precedenza svelato che "gli investigatori hanno appreso che il sospetto stava giocando un videogame per PlayStation 3, Grand Theft Auto IV, un gioco realistico che è stato associato all'incitamento alla violenza e premia i giocatori per l'uccisione di persone, pochi minuti prima dell'omicidio".

Il bambino non andrà in carcere perché la legge della Louisiana impedisce di dare responsabilità penali ai minori di dieci anni.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza