CD Projekt RED al lavoro sul modding tool di The Witcher 3

"La creazione di contenuti dovrà essere libera e accessibile".

Sin dai tempi di The Witcher 2, i ragazzi di CD Projekt RED hanno reso disponibile il modding tool denominato REDKit. Anche The Witcher 3: Wild Hunt supporterà il lavoro dei modder e per l'occasione verrà rilasciato un nuovo modding tool che sarà più semplice da utilizzare.

"Stiamo lavorando al modding tool proprio in questo momento," ha spiegato il visual effect artist José Teixeira. "Durante lo sviluppo del gioco abbiamo dovuto creare molti nuovi strumenti e in questo momento il REDKit e il REDEngine sono ottimi ma difficili da utilizzare.

"È complicato perché molte cose sono state create velocemente e non sono state ottimizzate al meglio. Ora stiamo lavorando per rendere il tutto più semplice per il pubblico e poi pubblicheremo il REDKit. Vogliamo garantire la libertà necessaria per permettere ai modder di creare qualsiasi cosa vogliano."

Il lavoro dei modder potrebbe portare alla creazione di contenuti imperdibili ed è molto importante sapere che CD Projekt RED è particolarmente attenta e sensibile verso le mod e la communtiy PC.

Fonte: DualShockers

È valsa la pena aspettare tutti questi anni? I CD Projekt hanno mantenuto le promesse? Leggi la nostra recensione di The Witcher 3: Wild Hunt per scoprirlo!

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Redattore

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Contenuti correlati o recenti

Come è nata la Night City di Cyberpunk 2077? Ce lo spiega CD Projekt RED

Marthe Jonkers, Concept Art Coordinator dello studio, rivela il processo creativo dietro la città che fa da sfondo al gioco.

The Surge 2 si mostra nel trailer di lancio con i suoi brutali combattimenti

Il titolo di Deck13 sta per arrivare su PC e console.

Articoli correlati...

Cyberpunk 2077 non includerà alcuna fetch quest

Il senior quest designer Philip Weber parla della filosofia dello studio dietro la progettazione delle missioni secondarie.

In Cyberpunk 2077 i genitali saranno determinati dal tipo di corpo scelto

E gli altri personaggi si rivolgeranno a V chiamandolo per nome.

In Cyberpunk 2077 affronteremo 4 diverse tipologie di quest, ecco i dettagli

Ce ne parla il senior quest designer, Philipp Weber.

ArticoloGamescom 2019: Wasteland 3 - prova

Nel nevoso Colorado post-apocalittico di inXile Entertainment.

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza