Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

BioWare e la sua magia? 'Un processo di merda' per l'ex producer di Dragon Age, Mark Darrah

Come funzionava la cosiddetta 'magia BioWare' secondo Mark Darrah.

BioWare è uno studio noto principalmente per i suoi grandi giochi di ruolo con personaggi e mondi unici.

Tuttavia, il team si è anche recentemente guadagnato una reputazione per le condizioni di lavoro difficili. Anthem, Dragon Age: Inquisition e Mass Effect Andromeda sono stati realizzati con un enorme crunch. Tutto quel duro lavoro era giustificato dalla "magia di BioWare", un termine che gli sviluppatori di BioWare usavano per descrivere come i loro giochi avrebbero trovato coesione nelle ore finali di sviluppo.

Ma l'ex produttore esecutivo di Dragon Age, Mark Darrah, vuole che le persone smettano di usare questo termine. Darrah ha pubblicato un video su YouTube su come funzionava davvero la cosiddetta "magia di BioWare". Secondo Darrah, si riferiva a un grafico a mazza da hockey in cui la maggior parte dei progressi è quasi impercettibile. Un grafico quasi piatto e "se tracci la linea, il tuo gioco verrà lanciato in circa 30 anni". Ad un certo punto, gli sviluppatori raggiungevano un "punto cruciale" in cui il gioco avrebbe finalmente preso forma e molti progressi dovevano essere fatti in un breve lasso di tempo. Secondo lo sviluppatore, questo punto di svolta è quello che è noto come "magia di BioWare".

In sostanza, la "magia di BioWare" è un modo di lavorare sbagliato, o come dice Darrah "un processo di merda", in cui per molto tempo si fa poco e niente e poi c'è un crunch improvviso che porta ai veri progressi

Un approccio di questo tipo potrebbe spiegare perché non abbiamo visto alcun video di gameplay di Dragon Age 4 o dettagli sul prossimo Mass Effect. Darrah ha specificamente invitato gli attuali sviluppatori di BioWare a smettere di invocare "la magia". Ha sottolineato che i cattivi processi di sviluppo non erano inevitabili o necessari.

"Questa non è magia di BioWare. Questo è un pessimo processo".

Anche l'ex lead writer di Dragon Age ha parlato della "BioWare magic" su Twitter. Secondo David Gaider, gli sviluppatori lanciavano l'allarme in anticipo sui loro progressi, ma erano costretti al crunch in seguito. Mentre gli sviluppatori hanno denunciato il brutale processo alla fine dei progetti, sono stati costretti ad adattare la "BioWare magic" a progetti successivi perché i loro giochi sono stati in definitiva successi commerciali.

Darrah non pensa nemmeno che la cattiva gestione sia esclusiva di BioWare. Ha menzionato anche lo studio Cyberpunk 2077 e The Witcher, CD Projekt Red, per aver adottato pratiche simili.

Fonte: Kotaku.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti

More News

Ultimi Articoli