Skip to main content
Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Quantic Dream tra accuse di ambiente tossico e molestie: risponde David Cage

Il boss di Quantic Dream ha parlato molto riguardo queste accuse.

David Cage si è sempre battuto per il suo studio quando ha risposto alle accuse secondo cui Quantic Dream ha una cultura del lavoro malsana e inappropriata. In precedenza ha descritto le accuse come una "campagna diffamatoria". Cage ora ha risposto ancora una volta tramite un'intervista con la rivista Edge, la quale ha dato un'opportunità approfondita per parlare delle accuse.

"Non credo che avessimo un atteggiamento aggressivo", ha detto a Edge. "Quando sei accusato di cose che vanno contro tutto ciò in cui credi, tutto ciò che hai fatto nella tua vita, fa male. È andato oltre il semplice attacco allo studio. Certo, come ogni organizzazione umana, non siamo assolutamente perfetti. Ma siamo il tipo di studio che è stato descritto? I nostri dipendenti hanno detto più volte: non è vero. Possiamo migliorare? Sì. Abbiamo fatto errori in passato? Probabilmente. Siamo stati così feriti da accuse specifiche che sappiamo essere sbagliate o false, che abbiamo dovuto difenderci. Volevamo che la gente ascoltasse la nostra voce".

Nel marzo 2018, i mezzi di stampa francesi Canard PC, Le Monde e Mediapart hanno pubblicato rapporti secondo cui la cultura del lavoro di Quantic Dream includeva crunch, linguaggio offensivo, uso della pornografia, tra gli altri presunti elementi tossici. Un incidente apparente include un dipendente che ha photoshoppato l'immagine di un collega sui corpi di nazisti e donne seminude. Lo studio ha continuato a rilasciare una dichiarazione in cui affermava di essere rimasto "di supporto, sicuro e rispettoso per tutti".

David Cage e Guillaume de Fondaumière hanno intrapreso un'azione per diffamazione contro le pubblicazioni francesi. Hanno citato in giudizio con successo Le Monde per diffamazione, poiché non è stata in grado di provare aspetti delle sue segnalazioni senza rivelare le sue fonti. Tuttavia, Quantic Dream ha perso diverse cause per diffamazione contro Mediapart e Le Monde.

Guarda su YouTube

Nell'intervista a Edge, Cage ha affermato che le immagini naziste e di nudo sopra menzionate erano "inaccettabili" e che la situazione è stata risolta in meno di due ore. "Non credo che siamo mai stati un'azienda tossica. Non abbiamo mai avuto questi valori orribili", ha continuato. "Fin dall'inizio, 25 anni fa, l'azienda si è sempre basata sui valori umanisti dell'inclusività. Abbiamo sempre sostenuto la diversità. Potete vederlo attraverso i giochi che realizziamo".

Il prossimo gioco di Quantic Dream è Star Wars Eclipse, ma l'intervista a Edge ha anche riportato che lo studio sta lavorando su più progetti, quindi possiamo forse aspettarci un altro annuncio in un futuro non troppo lontano.

Fonte: Eurogamer

Sign in and unlock a world of features

Get access to commenting, newsletters, and more!

In this article
Related topics
A proposito dell'autore
Commenti