Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Dying Light 2: "nessuna scelta è la scelta giusta"

Non vi saranno scelte buone o cattive, promette il creative director.

In occasione di un'intervista concessa a VG247, il narrative e creative director di Dying Light 2 si sono concessi qualche rivelazione in merito al gioco, e nello specifico a come le nostre scelte influenzeranno gli avvenimenti della storia.

Chris Avellone, narrative designer del gioco ha contribuito alla scrittura dello stesso assieme agli altri sceneggiatori dello studio per cui conosce molto bene il sistema che regolerà i cambiamenti nel gioco in base alle nostre scelte. Lo scopo, ha riferito, è quello che creare una storia aperta e complementare ad un gioco open world, mentre il creative director Adrian Ciszewski ha ribadito come in Dying Light 2 non esistano scelte giuste o sbagliate.

Le scelte a nostra disposizione sono descritte come sfumature di grigio, non vi è un "bene" o un "male". "V'è un flusso che pervade Dying Light 2, un filo conduttore che lega le nostre azioni. Non voglio raccontarvi troppo, preferisco che siano i giocatori a viverlo sulla loro pelle".

Cosa ne pensate di questa scelta? Dying Light 2 è atteso nel 2019 per PS4, Xbox One e PC.

A proposito dell'autore

Avatar di Stefan Tiron

Stefan Tiron

Contributor

Studente universitario a tempo pieno, scrittore a tempo vuoto. Svezzato a PS1 e Final Fantasy, adora il genere degli RPG e di riflesso il fantasy in ogni sua forma e dimensione.

Commenti

More News

Ultimi Articoli