Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PlayStation 5 e Xbox Series X potrebbero riportare in vita la tecnologia Megatexture?

Un aiuto dai nuovi SSD?

Megatextures, una tecnologia di mappatura texture creata da John Carmack durante il suo periodo in id Software, è ben nota all'interno dell'industria videoludica, sia per la sua eccezionale ambizione che per la scarsa praticità al suo esordio.

In linea generale, con Megatextures si voleva realizzare una singola texture gigante (32000x32000 pixels) per coprire l'intera mappa poligonale, evitando così il ripetersi di riquadri identici e favorendone l'unicità. Tutti i giochi realizzati con id Tech 5 e 6 (ad eccezione di The Evil Within) usano questa tecnologia, ma l'esempio più classico di Megatextures è il titolo del 2011 RAGE, sviluppato quando Carmack era ancora in id Software.

Sfortunatamente, per quanto fosse bello da vedere, RAGE soffriva di frequenti pop-in di texture e problemi di compressione. Questo diede a Megatextures una cattiva reputazione tutt'ora sul suo groppone.

Forse la tecnologia era ancora troppo acerba per sprigionare il suo vero potenziale, ma le cose potrebbero presto cambiare: secondo quanto dichiarato da Marc Fascia, VP di Splash Damage, in un'intervista con MCVUK, i nuovi SSD che saranno implementati nelle console di nuova generazione, potrebbero eliminare tutti i problemi di Megatextures e renderlo molto più funzionale di quanto fosse in passato.

"Alcune tecniche, come Megatextures di Quake Wars potrebbero tornare. Megatextures, noto anche come Partially Resident Textures, consente ad ogni oggetto nel gioco di avere il proprio set di textures, rendendo tutto più variegato e meno ripetitivo. Per ottenere questo effetto, l'engine trasmette continuamente i frammenti di texture che deve renderizzare a schermo e mettere nella cache. La velocità di streaming dei dati e vitale per far funzionare questo sistema. Nelle scorse generazioni, serviva un sacco di ottimizzazione, ma questo potrebbe esser semplificato drasticamente con dei drive più veloci. È interessante notare che entrambi i produttori di hardware come NVIDIA e AMD, insieme ad Unreal, si siano mossi in questa direzione.".

Ironicamente, nonostante le prospettive rosee di Splash Damage, id Software è pronta ad abbandonare definitivamente Megatextures, grazie all'arrivo del nuovo engine id Tech 7, nel quale è implementato un nuovo sistema per migliorare la fedeltà delle texture.

Forse non sarà proprio Megatextures a fare il suo ritorno, ma una tecnologia simile, magari partorita da un altro studio? Non lo sappiamo, ma una cosa è certa: grazie agli SSD delle console next-gen, sarà possibile avere molto più di quanto avuto finora e questo non è mai un dato negativo. Cosa ne pensate?

Fonte: WCCFTech

Commenti

More News

Ultimi Articoli