Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Denuvo dichiara che il suo nuovo DRM è molto meno invasivo

"Nessun monitoraggio o raccolta dati avviene al di fuori delle partite multiplayer".

Tra i vari giochi ad utilizzare la nuova tecnologia anti-cheat Denuvo, che agisce a livello del kernel, troviamo DOOM Eternal; il nuovo driver del gioco e lo strumento anti-cheat sono stati gentilmente concessi da Irdeto, una società sussidiaria di Denuvo, un tempo nota per la protezione della pirateria quasi imbattibile e ora nota per la protezione dalla pirateria in qualche modo efficace ma spesso problematica. Tuttavia la nuova protezione Denuvo Anti-Cheat è completamente separata dalla tecnologia Denuvo Anti-Tamper della società.

Il nuovo strumento Denuvo Anti-Cheat viene distribuito ai giocatori di DOOM Eternal dopo "innumerevoli ore e milioni di sessioni di gioco" mediante un programma di accesso anticipato di due anni, ha detto Irdeto in un post sul blog. Ma a differenza del sistema Vanguard simile di Valorant, il driver Denuvo Anti-Cheat "non ha fastidiose icone nella barra delle applicazioni" che consentono ai giocatori di monitorarne l'utilizzo sul proprio sistema. Per alleviare eventuali paure, Irdeto scrive che Denuvo Anti-Cheat funziona solo quando il gioco è attivo, e le note della patch di Bethesda affermano allo stesso modo che "l'uso del driver in modalità kernel inizia quando il gioco si avvia e si interrompe quando il gioco viene chiuso". Questa è una grande differenza rispetto al sistema Vanguard di Valorant, che richiede che il driver venga caricato dall'avvio del sistema.

"Nessun monitoraggio o raccolta di dati avviene al di fuori delle partite multiplayer", ha detto Michail Greshishchev, proprietario del prodotto. "Denuvo non blocca mod di gioco o strumenti di sviluppo. Denuvo Anti-Cheat rileva solo cheat". Tuttavia, alcuni membri della community di DOOM Eternal non sono contenti del modo in cui è stato implementato lo strumento Denuvo Anti-Cheat o dei rischi per la sicurezza che ritengono che creino sui loro sistemi.

"Nessun software, in particolare un anti-cheat, dovrebbe avere accesso a livello di kernel del sistema e comunque dovevamo essere informati della cose prima di acquistare il gioco", ha scritto l'utente extant_dinero di Reddit in un popolare thread sul subreddit di DOOM, esortando le persone ad eliminare il titolo. "Non l'avrei acquistato se avessi saputo che sarebbe stato aggiunto. Solo perché altri software lo fanno non vuol dire che sia giusto".

Ma Greshishchev ha affermato tuttavia che questa paura è fuori luogo. Denuvo Anti-Cheat è "progettato per essere diverso dai driver grafici di Nvidia o dal servizio clienti di Steam. A differenza degli anti-cheat del passato, non ci sono filesystem hooks, nessun requisito per iniziare con il sistema operativo, nessuna fastidiosa icona nella barra delle applicazioni".

Fonte: Ars Technica

A proposito dell'autore

Claudia Marchetto

Contributor

Commenti