Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

"Mario Kart Tour è follemente avido" e dimostra che anche "mamma" Nintendo dà il peggio di sé su mobile

La modalità 200 cc a pagamento mensile e meccaniche degne di un gatcha.

Dopo qualche sperimentazione più o meno riuscita anche Nintendo si sta dimostrando un'azienda come tutte le altre quando si tratta dell'universo mobile. Insomma, chi credeva che "mamma" Nintendo fosse pronta a rinunciare a una marea di denaro in favore di un sistema di monetizzazione da lodare deve, almeno per il momento, ricredersi.

Dopo aver annunciato di voler ridimensionare il sistema di monetizzazione e le microtransazioni dei progetti mobile su cui ha pieno controllo, la grande N non ci mette poi molto a tradirsi con il nuovo attesissimo titolo mobile che ha debuttato su iOS e Android solo nella giornata di ieri. Il business model di Mario Kart Tour sembra un disastro e praticamente tutti sono d'accordo sul fatto che sia "follemente avido". Una definizione che arriva da Reddit ma che viene confermata non solo da utenti sul piede di guerra ma anche da moltissimi addetti ai lavori delle testate specializzate più note.

Sono diverse le scelte e gli elementi che stanno scontentando pressoché tutti coloro che stanno provando con mano il gioco. Si parte, per esempio, dal Gold Pass da $4,99 mensili che i colleghi di Polygon definiscono "semplicemente fuori dal mondo" ricordando che per lo stesso prezzo è possibile iscriversi ad Apple Arcade e portarsi a casa una marea di giochi altrettanto se non più validi. Il solo fatto che per giocare alla modalità 200cc (quella più veloce e impegnativa) sia necessario pagare questa quota mensile dimostra come le parole di Nintendo siano sostanzialmente promesse vuote. Va comunque detto che questo aspetto è quanto meno leggermente mitigato dalla presenza di un periodo di prova gratuito di due settimane dopo il quale il gioco però inizierà a far pagare $4,99 il mese successivo a meno che non venga cancellata la sottoscrizione.

Come se non bastasse sono poi presenti tutte le microtransazioni e le meccaniche da gatcha del caso, meccaniche che permettono di sbloccare nuovi kart e piloti attraverso l'utilizzo di una valuta in game chiamata rubini. $69,99 per 135 rubini e $1,99 per 3 rubini sono le due scelte più "estreme" tra quelle possibili. Microtransazioni aggressive che si sposano a un abbonamento mensile, una combo davvero non da poco.

Tutto questo per un titolo che al momento non propone il multiplayer e sembra quindi piuttosto monco agli occhi di moltissimi fan che si ritrovano tra le mani un prodotto che sembra sposare il peggio del modello free-to-play.

Non prendiamoci in giro, l'idea di una Nintendo che vuole sfruttare il mobile solo per dare visibilità ai propri brand e non necessariamente per ottenere grandi guadagni è una leggenda che può tranquillamente essere sfatata e, almeno in ambito mobile, Nintendo sembrerebbe più una matrigna che una mamma amorevole.

Fonte: TweakTown

A proposito dell'autore
Avatar di Alessandro Baravalle

Alessandro Baravalle

Contributor

Si avvicina al mondo dei videogiochi grazie ad un porcospino blu incredibilmente veloce e a un certo "Signor Bison". Crede che il Sega Saturn sia la miglior console mai creata e che un giorno il mondo gli darà ragione.

Commenti