Half-Life 2 Articoli

ArticoloMODGamer #25 - articolo

Il primo vero mod cooperativo per GTA V, e altro ancora per ottenere il massimo dai vostri videogiochi.

Se c'è un gioco in versione PC che sta facendo furore per quanto riguarda i mod è proprio Grand Theft Auto 5. Tecnicamente non sarà niente di che, ma quanto a supporto per i mod Fallout 4 è l'unico in grado di dargli così tanto filo da torcere insieme all'ormai conclamato Assetto Corsa. Nella carrellata di questo mese, degni di nota sono anche due mod al prezzo di uno per Just Cause 3 e una vecchia conoscenza dei modder di Half-Life 2 che potrebbe arrivare presto su Steam in versione ufficiale. Buona lettura!

ArticoloMODGamer #22 - articolo

Come ottenere il massimo da Fallout 4, Grand Theft Auto V, Half-Life 2, F1 2015 e F.E.A.R.

Il successo di Fallout 4 è stato planetario e nonostante qualche difetto il titolo di Bethesda ha saputo riscuotere i consensi di molti appassionati. Data anche la somiglianza del motore grafico con la vecchia versione, era lecito attendersi l'arrivo dei primi mod di un certo rilievo, anche se non così velocemente. Fallout 4 non è tuttavia l'unica nuova entrata di questa rubrica, visto che abbiamo anche F1 2015 ed ovviamente i soliti graditi ritorni di GTA V, Half-Life 2 e F.E.A.R. Buona lettura!

Richard Seabrook si svegliò un mattino e capì che la sua vita non andava come voleva. Aveva 23 anni, si era laureato e aveva intrapreso un lavoro che pensava lo avrebbe condotto alla carriera che sognava nel mondo dei videogiochi. Ma le cose non avevano funzionato. Era rimasto impantanato nella cittadina inglese di Bournemouth, nel settore Controllo Qualità, settore in cui i mesi stavano minacciosamente diventando anni. “Sai cosa?”, si disse quel giorno. “Sono stanco. Voglio provare il colpo grosso”. Seabrook puntava in alto: voleva provare a ottenere un lavoro in Valve.

ArticoloIl ragazzo che rubò Half-Life 2

La storia dietro a un furto da 250 milioni di dollari.

Vi siete mai chiesti come dev'essere trovarsi dalla parte sbagliata di un fucile MP5? Personalmente, è un dubbio che preferisco non togliermi. Chissà se ci aveva mai pensato anche Axel Gembe, prima di quella fatidica mattina del 7 maggio 2004, quando si è svegliato nella sua piccola casa di Schönau im Schwarzwald, circondato da un esercito di poliziotti che gli puntavano armi automatiche alla tempia e che gli chiedevano di uscire immediatamente dal letto, senza avvicinarsi alla tastiera del PC.