No Man's Sky Articoli

Ci sono alcuni giochi che sono sicuramente più adatti per un'immersione totale nella realtà virtuale, e sono felice di dire che, da quello che ho potuto vedere nella mia breve esperienza di gioco su un visore Vive Pro, Hello Games è riuscita nell'impresa.

La Gioconda, il Ratto di Proserpina, la Piramide di Cheope. Opere d'arte conosciute in tutto il mondo, giustamente apprezzate ed acclamate da chiunque, accomunate da una fondamentale caratteristica connaturata alla loro intrinseca natura di manufatti estetici: la sostanziale, profonda ed inalienabile immutabilità dell'oggetto fisico che li rappresenta, sia questo una tela "imbrattata" da colori ad olio, o un blocco di marmo a cui è stata data una forma specifica. Ai tempi dei DLC, degli aggiornamenti software e dei season pass non è così se si parla di videogiochi.

ArticoloQuattro chiacchiere con Sean Murray: il papà di No Man's Sky - intervista

Il fondatore di Hello Games parla del notevole percorso della sua opera.

Che viaggio che è stato. Nel 2013, quando un piccolo team che lavorava in un vecchio e logoro studio condiviso con un posteggio per taxi all'interno di una piccola strada di Guildford rivelò il proprio prossimo progetto dopo una serie di racing game dall'aspetto cartoonesco, fu uno di quei momenti particolari. No Man's Sky catturò l'attenzione del mondo come pochi altri giochi avevano saputo fare. Per tre anni a No Man's Sky furono affidati i palcoscenici più importanti, le apparizioni di primo piano alle conferenze E3, con il creatore Sean Murray che appariva nei talk show americani più conosciuti. "Pensavo che Morgan Freeman fosse Dio!" scherzò Stephen Colbert mentre Murray si presentava al The Late Show e mostrava il proprio universo generato proceduralmente. "Sei letteralmente il secondo Dio che ho avuto nel mio show".

ArticoloLe uscite del mese di luglio - articolo

Il multiplayer in No Man's Sky, un po' di pane per i denti di Switch e la calda estate indie.

Anche questo 2018 pieno zeppo di giochi davvero estremamente interessanti e produzioni imperdibili ha bisogno di una sorta di pausa. A conti fatti è esattamente questo ciò che sembra dirci l'elenco delle uscite del mese di luglio, un mese che per una volta tanto segue la tradizione dell'industria videoludica e va per il "leggero" soprattutto a livello di AAA.

ArticoloEcco perché Microsoft non ha bisogno di No Man's Sky su Xbox One - articolo

E perché gli indie dovrebbero ammettere i propri errori.

Il programma di autopubblicazione ID@Xbox è attualmente un glorioso capolavoro di Xbox One, che può contare su 450 titoli per oltre un miliardo di ore di gioco, ma potrebbe fare di meglio. Il servizio ha contribuito a diffondere opere acclamate dalla critica, da Superhot a Inside, ma molti dei suoi migliori giochi sono multipiattaforma e molte "esclusive" sono apparse anche su PC. Ciò fa parte della tanto decantata spinta verso l'agnosticismo dei dispositivi, che spesso sembra essere più al servizio di Windows 10 che di Xbox.

Digital FoundryNo Man's Sky su PS4 Pro concretizza il sogno dei 1080p60 - articolo

Ma il supporto al 4K dell'update Path Finder ha bisogno di maggiori rifiniture.

L'ultima patch 1.20 di No Man's Sky, l'update Path Finder, è il più grande aggiornamento che il gioco ha ricevuto finora, e le sue nuove PS4 Pro caratteristiche stanno ricevendo molte attenzioni positive. Collegate la vostra console ad un monitor full HD ed il gioco di Hello Games restituirà un'esperienza spaziale pressoché bloccata a 60fps a risoluzione nativa, uno straordinario upgrade rispetto al codice della versione PS4 standard, che in cambio ha ricevuto alcune benvenute ottimizzazioni. Non è tuttavia un successo a 360 gradi, e la modalità 4K di PS4 Pro non rappresenta affatto una missione compiuta.

Che lo si ami o lo si odi, No Man's Sky è stato il videogioco più importante e influente del 2016. Non sto parlando delle bugie e delle verità delle interviste pre-release di Sean Murray o dello stato del gioco al lancio. È già stato detto a sufficienza su entrambi gli argomenti. Sto parlando delle conseguenze e di ciò che ha significato per i videogiochi del 2017 e oltre.

ArticoloI giochi che hanno ispirato No Man's Sky - articolo

Un viaggio che ha origine nel passato.

Ora che è finalmente disponibile, No Man's Sky non è più un oggetto del mistero. In realtà, non ci sono mai stati molti misteri: nonostante le sue ambizioni, No Man's Sky appartiene a una lunga lista di giochi che hanno utilizzato le vastità del cosmo come una tela su cui dipingere le loro meraviglie. Il titolo di Hello Games sembra uscito da un'altra era, in cui si armeggiava con pile di floppy disk da 3.5 pollici a casa di un amico per scovare qualcosa di strano e nuovo. Il gioco, animato dallo spirito di un'epoca più innocente, si è incontranto con le enormi aspettative e i selvaggi appetiti dell'era moderna: questo ha generato una tensione palpabile negli ultimi tempi, ma speriamo che non abbia svilito gli stupendi risultati ottenuti da Hello Games. No Man's Sky può essere costruito su una scala differente, ma merita di essere accostato ad alcune delle seguenti leggende.

ArticoloNo Man's Sky e il marketing delle dimensioni - articolo

18 quintillioni di pianeti non bastano.

Oltre 18 quintillioni (cioè un 18 seguito da 30 zeri) è il numero (presunto) dei pianeti presenti in No Man's Sky; un numero pubblicizzato all'inverosimile da Hello Games, la casa di sviluppo indipendente dietro al progetto, e da Sony, che si è assicurata l'esclusiva su console, e ha offerto supporto promozionale. Oltre 18 quintillioni è, verosimilmente, anche il numero delle parole spese a parlare di questo gioco dalla stampa specializzata e non; No Man's Sky è, infatti, uno dei rari esempi di videogioco che salta all'onore delle cronache non per i contenuti violenti ma per una sua effettiva caratteristica.

Digital FoundryNo Man's Sky - analisi tecnica

La disamina completa del lavoro di Hello Games tra voxel, generazione procedurale e molto altro.

Frutto di cinque anni di lavoro dello sviluppatore indipendente Hello Games, No Man's Sky è un gioco di proporzioni incredibili per uno studio relativamente piccolo. Realizzato con un motore sviluppato internamente, il gioco finale occupa appena 5GB su hard disk, una quantità di dati minuscola in confronto ai titoli AAA. È una situazione particolare, dovuta al fatto che il gioco fa ampio uso di generazione procedurale piuttosto che basarsi su texture o elementi preconfezionati. Il cuore pulsante del gioco sono i suoi algoritmi, linee di codice capaci di generare in tempo reale terreno, vegetazione e anche fauna.

Manca pochissimo all'uscita di No Man's Sky, un gioco difficile da raccontare che rischia di rimanere vittima delle aspettative generate dalla strategia con cui è stato presentato al pubblico. Il titolo non è ancora nei negozi, ma basta navigare una mezz'oretta su internet per toccare con mano l'enorme interesse attorno al progetto targato Hello Games.

ArticoloLe uscite del mese di agosto - articolo

A metà tra uno sconfinato universo da esplorare e un futuro cyberpunk.

Dimenticate tutto ciò che credevate di sapere sull'industria dei videogiochi e mettettevi il cuore in pace, in questo 2016 è quasi impossibile trovare un mese senza un AAA degno di attenzione e anche agosto non poteva essere da meno.

ArticoloL'E3 di Sony - articolo

Dalla realtà virtuale al 4K, Sony gioca la sua partita più importante.

Con oltre quaranta milioni di console vendute in meno di tre anni, Sony arriva a questo E3 del 2016 con una relativa tranquillità. Il mercato è saldamente nelle sue mani ma la casa giapponese sa bene che il pubblico non perdona chi si ferma e non si evolve, per questo sta continuamente lavorando sulla sua PlayStation 4, i servizi che le girano attorno e, ovviamente, la line-up dei titoli che potrà presentare.

ArticoloNo Man's Sky - prova

Un sogno difficile da concretizzare.

La ciliegina sulla torta dell'evento londinese di Sony è stata la possibilità di provare per la prima volta No Man's Sky, atteso gioco di esplorazione spaziale in uscita per PlayStation 4. Dopo una rapida presentazione del solito Sean Murray, con la sua barba e l'immancabile camicia a quadri, siamo stati invitati a prendere posto davanti a una delle postazioni disponibili per goderci mezz'ora di gioco. Un po' poco per farci un'idea dell'esperienza che No Man's Sky vorrebbe far vivere ai giocatori, ma comunque abbastanza per avere un assaggio delle meccaniche che ci accompagneranno per ore e ore a spasso nello spazio.

ArticoloLe date di uscita dei videogiochi del 2016 - articolo

Il calendario aggiornato dei titoli in uscita quest'anno!

Oltre alle uscite del mese, per il 2016 raddoppiamo con quest'articolo sulle uscite che ci accompagneranno nel corso dell'anno. Visto che ritardi, spostamenti strategici nelle date di lancio, nuovi annunci e uscite anche a sorpresa sono la norma nel mondo dei videogiochi, aggiorneremo costantemente la lista che trovate di seguito in modo che possa sempre essere un punto di riferimento per le uscite del 2016.

La categoria dei giochi PC è stata quella che più di ogni altra ha diviso i giocatori, al punto tale da decretare tre pareggi e da non creare distanze eccessive tra una posizione e l'altra. Questo è sintomo della grande varietà di utenti che ormai usa il PC come piattaforma da gioco, e segna un punto importante nei confronti dei giocatori console dai gusti sempre più piatti e monotematici.

ArticoloLo sfaccettato universo di No Man's Sky - anteprima

Da Los Angeles, il resoconto di un'ora passata con il gioco di Hello Games.

Los Angeles - Parlare di No Man's Sky non è facile, la carne al fuoco è tantissima e anche Sean Murray di Hello Games si perde qualche pezzo durante la presentazione, o almeno così sembrerebbe. Non riusciamo a capire se c'è o ci fa, come si direbbe da noi, visto che da un lato pare il tipico indie finito quasi per caso a parlare del suo gioco da una delle salette più ambite dell'E3, ma dall'altro il suo personaggio funziona talmente bene che quasi si sospetta ci marci.

Dopo un 2014 deludente, la PlayStation 4 non può assolutamente permettersi di trascorrere altri 12 mesi con pochi giochi da offrire agli appassionati. Nonostante la situazione sul fronte delle esclusive sia piuttosto promettente, tuttavia, i primi tre posti della top 10 dei lettori sono occupati da titoli multipiattaforma. Scopriamoli insieme!

ArticoloPlayStation Experience 2014: verso il futuro con uno sguardo al passato - articolo

Uncharted 4, Day of the Tentacle, No Man's Sky, Suikoden II e tutti gli altri titoli visti alla PlayStation Experience.

PlayStation 4 è avanti nelle vendite rispetto alla sua rivale ma un problema fondamentale della console è la mancanza di esclusive di questa stagione natalizia. Sony vuole che i giocatori siano felici di possedere una PS4, PS3 o Vita, o di riceverne una per Natale, e per questo ha aperto la sua presentazione della PlayStation Experience per celebrare tutto ciò che è PlayStation, organizzando un mini-E3 nel mezzo di dicembre.

No Man's Sky, nel blu dipinto di blu - preview

ArticoloNo Man's Sky, nel blu dipinto di blu - preview

Hello Games ci porta sulle nuvole.

Quando No Man's Sky venne presentato a sorpresa durante i VGX del 2013 cominciò a formarsi un hype quasi inaspettato sia da parte degli addetti al settore che dei ragazzi inglesi di Hello Games, team che precedentemente aveva lavorato sui 3 episodi del divertente Joe Danger per console e piattaforme portatili.

Poi, non senza un pizzico di stupore, ecco che sul palco della conferenza stampa di Sony allo scorso E3, lo stesso producer del gioco mostra un lungo filmato di gameplay e annuncia l'esclusività temporanea su PlayStation 4, e che finalmente abbiamo avuto modo di vedere con i nostri occhi grazie alla presentazione a porte chiuse avvenuta alla Gamescom.

No Man's Sky è un titolo procedurale d'esplorazione in prima persona nel quale visiteremo pianeti generati automaticamente a bordo della nostra navicella spaziale. Ciò che lo rende davvero interessante è che ciascun mondo non sarà mai uguale ad uno visitato in precedenza da noi o da qualsiasi altro giocatore, rendondolo quindi un titolo praticamente infinito, nonostante non ci sarà nessuna missione, compito o storia da portare a termine.

Leggi altro...