Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Halo la serie TV potrebbe ignorare moltissimo dei videogiochi

La serie TV di Halo non nasce per copiare i videogiochi.

Destinata al debutto su Paramount+ in streaming (e su Sky in Italia), la serie TV basata su Halo sembra prendere sul serio il concetto di adattamento, almeno nelle parole del co-creatore Steven Kane. Attraverso un'intervista, il produttore afferma che il team di sceneggiatori ha evitato di concentrarsi il più possibile sul gioco originale, al punto da non dettare nemmeno i dettagli della trama seguendo il franchise Xbox.

Kane ha dichiarato: "Non guardiamo al gioco. Non parliamo nemmeno del gioco. Abbiamo parlato dei personaggi e di quell'universo. Quindi non mi sono mai sentito limitato dal fatto che dovessimo basarci su un gioco".

Kiki Wolfkill, produttore esecutivo della serie ha dichiarato: "All'inizio, abbiamo pensato di fare qualcosa che potesse adattarsi al gioco. Ma quello che abbiamo scoperto è che cercare di portare a termine tutto ciò che è venuto prima non serviva al nostro format. Inoltre, non stava aiutando i team creativi e la necessità di raccontare la storia e quell'universo attraverso i loro occhi".

Inizialmente concepito come un film, in sviluppo da anni, Halo sarà disponibile questo giovedì in streaming, con una seconda stagione confermata. Il cast comprende Pablo Schreiber, Natascha McElhone e Bokeem Woodbine.

Fonte: CBR

Commenti

More News

Ultimi Articoli