Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Aaryn Flynn svela alcuni retroscena sulla nascita di Anthem

BioWare voleva creare un titolo da poter giocare con le famiglie.

Anthem è stato uno dei titoli che ha catturato maggiormente l'attenzione di pubblico e critica allo scorso E3 2017, BioWare, dopo aver mostrato il suo gioco a Los Angeles, ha condiviso varie informazioni sul suo gioco, le ultime parlano dello sviluppo che, a quanto pare, è partito ben 5 anni fa.

Oggi vi segnaliamo alcuni interessanti retroscena sulla nascita di Anthem condivisi da Aaryn Flynn di BioWare nel corso di un'intervista con CBC Radio e riportati da Gamingbolt. Flynn ha confermato che Anthem ha rappresentato un'occasione per realizzare un titolo da giocare con le famiglie:

"Avevamo appena finito di lavorare su Mass Effect 3. E poi ci abbiamo pensato: in quest'industria hai la possibilità di creare una nuova IP così raramente, e quando il nostro partner, Electronic Arts, ci ha concesso di farlo, abbiamo deciso di prendere la cosa molto seriamente. Il mio aneddoto personale è che ho due figli e ho sempre voluto avere un titolo da giocare con loro. E quindi questa è la mia possibilità per farlo. Alle persone, adesso, piace molto giocare insieme e molti amici, uomini e donne, dello studio si stanno ritrovando nella mia stessa situazione di vita. Quindi è un po' un'evoluzione della compagnia, siamo cresciuti, siamo maturati. Questo rappresenta un'occasione per realizzare un titolo da giocare con le nostre famiglie".

Che ne pensate?

Vi ricordiamo che Anthem è previsto nel 2018 per PS4, Xbox One e PC.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti