Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Assassin's Creed Valhalla non sarà solo combattimenti brutali ma anche tanta diplomazia

I giocatori dovranno stipulare accordi e creare alleanze.

La serie di Assassin's Creed potrebbe essere nota per le uccisioni stealth e le sanguinose battaglie, ma Assassin's Creed Valhalla aggiungerà qualcosa di nuovo, la diplomazia.

In un'intervista con Kotaku, il creative director di Assassin's Creed Valhalla, Ashraf Ismail, ha condiviso nuovi dettagli su quello che possiamo aspettarci dalle missioni del nuovo gioco. Secondo Ismail, queste quest non saranno caratterizzate solo dalla violenza.

La struttura di Valhalla sarà "molto diversa" rispetto ai precedenti capitoli della serie. Ciò è dovuto in gran parte all'introduzione di insediamenti in-game che hanno come obiettivo la pace e il forgiare alleanze.

In Valhalla "ti ritrovi coinvolto nella politica", afferma Ismail. "Rimani coinvolto in un viaggio. E offriamo opzioni al suo interno. Quindi a volte bisognerà negoziare per risolvere qualcosa".

Questo discorso politico è storicamente accurato. Mentre i vichinghi sono stati a lungo descritti come invasori e saccheggiatori, Ismail afferma che il team di storici dietro al gioco ha evidenziato la tendenza dei vichinghi ad adattarsi ad altre culture.

"La storia dell'invasione stessa in questo periodo è, ovviamente, una parte fondamentale del viaggio", afferma. "Che cosa significava per i Vichinghi sbarcare in Inghilterra e convivere?"

"Sì, c'era la guerra ed era sanguinosa e molto brutale. Ma si sono adattati. E questo è un aspetto che abbiamo visto. Alcuni storici diranno addirittura che questo è forse il motivo per cui i vichinghi hanno perso il loro modo di vivere e la loro cultura nel tempo, che si sono adattati piuttosto che forzare gli altri. E quindi quell'aspetto è qualcosa che esploreremo nel gioco."

Detto questo, Assassin's Creed Valhalla sarà ancora caratterizzato da sanguinosi combattimenti.

"Dirò: questo è un gioco Assassin's Creed", afferma Ismail. "È una fantasia vichinga. Ha un sacco di battaglie e ci sono molte situazioni in cui non ci sarà alcun negoziato".

Che ne pensate?

Fonte: VG247.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti