Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Activision Blizzard si scusa per essersi vantata del suo strano strumento per la diversità nei giochi

L'inclusività non è un algoritmo.

Lo staff di Activision Blizzard ha criticato lo strumento di diversità dell'azienda che è stato rivelato durante il fine settimana.

Conosciuto come Diversity Space Tool, è stato avviato nel 2016 ed è rimasto in versione beta presso lo studio mobile King. Questo strumento avrebbe lo scopo di aumentare la diversità dei personaggi nei giochi, ma è stato criticato per aver sminuito questo importante argomento trasformandolo in un semplice elenco di cose da attuare. Lo strumento non è piaciuto agli sviluppatori di Activision Blizzard, i quali hanno condiviso il proprio disappunto sui social.

In seguito anche Activision Blizzard ha utilizzato Twitter per spiegare questo strumento e scusarsi con tutti coloro che si sono sentiti feriti. "Di recente abbiamo condiviso un post sul blog che sollevava domande su come affrontiamo la diversità nei nostri giochi. Sebbene lo strumento prototipo sia stato testato internamente, non è in uso attivo. I nostri team di sviluppo hanno sempre e continueranno a promuovere i contenuti di gioco. Abbiamo aggiornato il post per chiarire lo scopo di questo strumento, che è una piccola componente dei nostri più ampi sforzi e non intende sostituire prospettive diverse. Ci scusiamo per qualsiasi offesa che il post originale possa aver causato".

Il Diversity Space Tool può "delineare tra caratteri simbolici e rappresentazione reale" misurando la diversità di un insieme di tratti caratteriali, scoprendo essenzialmente pregiudizi inconsci durante la progettazione dei personaggi. La risposta a questo strumento è stata che non può sostituire l'assunzione di diversi creatori per garantire l'autenticità della rappresentazione.

"L'obiettivo dell'utilizzo dello strumento è scoprire i pregiudizi inconsci identificando le norme esistenti nella rappresentazione e riconoscendo le opportunità di crescita nell'inclusione", si legge in una nota dell'editore aggiuntiva nel post sul blog di Activision Blizzard. "Non sostituisce nessun altro sforzo essenziale da parte dei nostri team in questo senso, né altererà gli obiettivi di assunzione della diversità della nostra azienda".

Fonte: Rock Paper Shotgun

Commenti