Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Death Stranding come non lo avete mai visto prima grazie al fotografo Pete Rowbottom

Immagini reali e di gioco si fondono in questa collaborazione.

Per illustrare gli epici paesaggi visti in Death Stranding - l'epica avventura di Hideo Kojima e Kojima Productions, acclamata dalla critica e che ha definito un nuovo genere - lo studio indipendente di sviluppo di videogiochi attraverso un comunicato stampa, ha invitato il vincitore del concorso "Landscape Photographer of the Year 2018" e appassionato giocatore Pete Rowbottom a intraprendere un viaggio per esplorare e sperimentare le caratteristiche uniche della Modalità Foto prima di andare alla ricerca di simili, ostili ma bellissime scene di paesaggio da immortalare nella vita reale.

Death Stranding è stato rilasciato nel 2019 su PlayStation 4 e il mese scorso ha debuttato anche su PC, pubblicato da 505 Games con feature esclusive, come il supporto ai monitor ULTRA WIDESCREEN e la tecnologia NVIDIA DLSS2.0 per frame rate e opzioni grafiche più elevate. Queste nuove funzionalità rendono ancora più fotogenici i paesaggi di struggente bellezza e fotorealismo di Death Stranding.

Kojima Productions ha creato un breve documentario che segue Pete nel suo viaggio all'esplorazione dei paesaggi del gioco e mostra come il fotografo sperimenti l'ampia gamma di funzioni della modalità foto, fornendo suggerimenti ai giocatori per migliorare le proprie foto di paesaggio in-game. Pete spiega anche in base a quali criteri abbia poi selezionato una serie di panorami reali per i suoi scatti, indicando nel dettaglio come e perché quelli scelti rispecchino al meglio le ambientazioni trovate in Death Stranding.

Che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

A proposito dell'autore

Claudia Marchetto

Contributor

Commenti