Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Splatoon 3, i trucchi e i consigli per vincere

Pronti per gli Splatfest? Ecco quanto è profondo il gameplay di Splatoon.

Splatoon 3 fa parte di quella grande famiglia di videogiochi Nintendo che, sotto le fattezze del passatempo semplice e immediato, nascondono una profondità tale nelle meccaniche da consentire l'emersione di una fiorente scena competitiva. Dietro le allegre Splattanze e i fiumi di inchiostro riversati da Inkling e Octoling, si cela infatti un sottobosco di tecniche e di scelte di personalizzazione tanto fitto da richiedere diverse ore per essere districato.

Ed è per questa ragione che oggi andremo ad analizzare nel dettaglio il gameplay di Splatoon 3, praticamente una versione Ultimate della serie di Splatoon, per raccontarvi le tecniche più avanzate nonché tutti gli elementi che bisogna tenere a mente per primeggiare durante gli Splatfest. Si tratta di un'analisi che, oltre a introdurre i nuovi giocatori alle meccaniche avanzate, tiene conto di tanti piccoli dettagli che bisogna costantemente tenere a mente nella nuova città di Splattonia.

In questa pagina:

Introduzione a Splatoon 3

Splattonia è il nuovo HUB di Splatoon 3.

Come terzo capitolo della serie di Splatoon, Splatoon 3 mette sul piatto tutte le meccaniche e le dozzine di armi che si sono alternati lungo lo sfondo della Mischia Mollusca, rispolverando vecchie armi speciali e introducendone di nuove, nonché affiancando addirittura strumenti folli come il Tri-Calamarco e la Tergilama a quella che era già una ricchissima offerta.

La prima cosa che c'è da dire su Splatoon è che si tratta praticamente dell'unito third-person-shooter dall'animo competitivo a non basarsi assolutamente sul numero di eliminazioni, perché nella Mischia Mollusca conta una cosa e una soltanto: colorare la maggior parte dello scenario.

Questa caratteristica, ovviamente, cambia in modo netto tutti gli equilibri del gameplay, influenzado le Tier List dedicate alle armi, il modo in cui bisogna muoversi nelle mappe, il come bisogna collaborare con i compagni di squadra, ma soprattutto il modo in cui bisogna approcciare la partita.

Nella Mischia Mollusca, infatti, i punti di spawn sono sempre fissi, e le mappe si snodano su più livelli che convergono inevitabilmente verso una grande zona centrale. Ciò significa che la maggior parte dei match si sviluppano come segue: le squadre colorano la propria area iniziale, si spostano nel mezzo, e danno luogo a una prima battaglia che decreta chi giocherà in attacco e chi giocherà in difesa.

Unico imperativo: colorare la mappa!

Una volta conquistato il centro della mappa, l'obiettivo è infatti quello di spingere la squadra avversaria il più posibile vicino al suo punto di rientro, in modo da porre il proprio dominio colorato anche nei pressi dello spawn-point. Ovviamente, il team in difesa può contare su determinate abilità che rendono più facile rientrare nel vivo del gioco, e basta abbattere la squadra nemica una singola volta per azzerare nuovamente gli equilibri.

Come abbiamo brevemente accennato, in Splatoon - nella maggior parte delle modalità - non conta chi Splatta più avversari. Ciò che conta sul serio è rimanere in vita il più possibile e colorare la maggior parte dello scenario. Ciò ha un peso enorme sulla scelta delle armi, perché esistono spara-inchiostro che sono molto più adatti al dominio della mappa piuttosto che al puro e semplice combattimento. Il buon bilanciamento delle build, in questo senso, può essere determinante per segnare la vittoria o la sconfitta.

Ma anche le eliminazioni hanno un peso, perché ovviamente una squadra decimata non ha alcuna possibilità di lottare per il dominio dell'inchiostro. Ciò significa che in una squadra ideale ci saranno Inkling e Octoling destinati alla "colorazione" e altri improntati sul combattimento, magari divisi su diverse aree da sorvegliare. Tenete però a mente che nella maggior parte dei casi andare ad aiutare un compagno in difficoltà farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

La profondità dei movimenti degli Inkling: guida al movement

Esistono molti modi per muovere il proprio Inkling. Vediamoli tutti!

Uno degli elementi centrali dell'esperienza Splatoon, specialmente in Splatoon 3, è rappresentata dal cosiddetto "movement", un elemento centrale di qualsiasi esperienza shooter competitiva. In Splatoon 3 ciò è ancora più importante, perché le opzioni di movimento riservate ai calamari antropomorfi si sono evolute come mai prima.

Di base, gli Inkling hanno due confgurazioni: la configurazione bipede e la modalità immersione. Nella prima, possono vagare per la mappa e soprattutto usare armi e abilità per interagire con lo schenario. Ciò non significa solo poter sparare inchiostro contro gli avversari, ma soprattutto innaffiare lo scenario per creare nuove possibilità di movimento, ad esempio cospargendo i muri con il proprio colore.

Nella seconda modalità, infatti, gli Inkling possono immergersi nell'inchiostro, ricaricare le armi, passare inosservati e soprattutto conoscere una lunga serie di nuove opzioni di movimento. Così diventa ad esempio possibile scalare le pareti e raggiungere posizioni sopraelevate, condurre rapide fughe sfruttando l'inchiostro ai lati delle colonne che punteggiano le mappe, e via discorrendo. Ma, cosa ben più importante, la modalità immersione apre a due particolari tecniche di movimento.

Lo Squid Roll (Avvitotano)

L'Avvitotano in una clip di Game8.

Per effettuare uno Squid Roll:

  • Entrare in modalità immersione (tenere premuto Zr)
  • Muoversi (analogico sinistro)
  • Cambiare direzione di colpo con l'analogico sinistro ed effettuare un salto (B)

In questo modo, l'Inkling cambierà rapidamente direzione effettuando un breve balzo fuori dall'acqua, il che è utilissimo per disorientare i nemici e soprattutto per attaccare un'area della mappa senza esporsi troppo. Ma non è assolutamente finita qui, perché lo Squid Roll si può fare anche mentre si scala un muro in verticale, in modo da interrompere la salita e gettarsi nuovamente nel mare d'inchiostro.

La meccanica più importante alla base dello Squid Roll sta nei frame di riduzione del danno che si ricevono subito dopo il cambio di direzione. Vedrete infatti il vostro Inkling brillare per pochi istanti, e durante quel lasso di tempo l'inchiostro sparato dai nemici sarà deviato per poche frazioni di secondo. Ciò significa che lo Squid Roll mette a disposizione dei frame sicuri proprio come una classica schivata di Dark Souls.

Ma c'è di più: non appena si esegue uno Squid Roll, è possibile uscire dalla modalità immersione quando si è ancora a mezz'aria per sparare contro il nemico. In poche parole, è possibile emergere dal nulla con uno Squid Roll per poi sparare subito a mezz'aria contro l'avversario. Questa caratteristica può essere ulteriormente potenziata sfruttando il Gear "Intensifica Azione", che rende i Roll più semplici da eseguire e soprattutto aumenta l'efficacia della mira a mezz'aria. Un'abilità del genere è perfetta per gli Inkling che puntano tutto sul movimento: pensateci se ad esempio giocate con le doppie pistole.

Lo Squid Surge (Impinnata)

L'Impinnata in una clip di Game8.

Per effettuare uno Squid Surge:

  • Entrare in modalità immersione scalando una parete (tenere premuto Zr)
  • Caricare un salto (tenere premuto B)
  • Rilasciare il salto osservando l'Inkling mentre lampeggia (rilasciare B)

In questo modo, l'Inkling accumulerà una carica finché è immerso lungo la parete per poi effettuare un balzo verso l'alto, raggiungendo immediatamente la cima della struttura su cui vi state arrampicando. La funzione principale di questa tecnica - oltre a rendervi la vita molto più semplice durante la modalità Campagna - risiede nell'aumentare vertiginosamente la velocità di scalata degli Inkling.

Ciò è importantissimo alla luce del design che caratterizza le mappe multigiocatore: raggiungere le zone sopraelevate, che solitamente si trovano nei pressi del centro delle arene, è fondamentale sia per abbattere gli avversari sfruttano le armi dalla lunga distanza, sia per colorare sezioni decisamente più estese riducendo al minimo il rischio di essere abbattuti. Sono pochissime, infatti, le armi capaci di colprivi mentre siete in una zona sopraelevata, costringendo spesso gli altri Inkling ad inerpicarsi per potervi raggiungere.

Allo stesso modo di quanto accade in seguito allo Squid Roll, durante lo Squid Surge il vostro Inkling brillerà per qualche secondo, riducendo i danni subiti. E, ancora, vi sarà concesso di entrare in modalità di mira a mezz'aria, per sferrare terribili attacchi a sorpresa. Ciò significa che Intensifica Azione ha i medesimi effetti anche in questo caso. Lo Squid Surge è potentissimo in combinazione con armi come il Tri-Calamarco, perché la modalità di fuoco cambia a seconda del fatto che siate a terra o sospesi a mezz'aria, permettendovi di abbattere molto facilmente i malcapitati avversari.

Il Super Jump

Il Super Jump vi consente di balzare in aria e praticamente piombare su un compagno (o uno strumento specifico) a scelta.

Per effettuare il Super Jump:

  • Aprite la mappa (tasto X)
  • Scegliete il compagno verso cui eseguire il Super Jump (frecce direzionali o stick analogico)
  • Confermate il compagno (tasto A)

Una volta compiute queste operazioni, il vostro Inkling salterà in cielo per poi precipitare proprio nella posizione da voi scelta, consentendovi di attraversare vaste porzioni di mappa in un attimo. Questa tecnica è fondamentale per andare in supporto di un compagno oltre le linee nemiche, ma anche e soprattutto per effettuare una rapida ritirata in caso di pericolo.

Ovviamente il Super Jump è una tecnica rischiosa, perché l'utilizzo della mappa vi lascia completamente scoperti dall'offensiva nemica, e sarete bersagli più che facili durante l'uso. Tuttavia, si tratta di una meccanica che se usata a dovere cambia nettamente l'esito delle partite, anche perché esistono degli strumenti Faro che vi consentono di saltare presso essi come se fossero le classiche "infiltrazioni tattiche" della serie Call of Duty.

I trucchi e i consigli per vincere in Splatoon 3

In questa sezione abbiamo raccolto tutti i suggerimenti, i trucchi e i consigli di cui avete bisogno per vivere al massimo l'esperienza Splatoon 3 e soprattutto vincere portando a casa qualsiasi Splatfest.

  • .1 Prendete confidenza con i controlli
Il poligono di Splattonia è il vostro migliore amico.

Il consiglio più banale in riferimento a qualsiasi videogioco, ma anche il più importante su Splatoon. Splatoon 3 mette a vostra disposizione diverse opzioni di personalizzazione dei comandi, su tutte la possibilità di utilizzare i sensori di movimento. Prendetevi del tempo per andare al poligono di Splattonia ed esplorare nel dettaglio tutti i comandi relativi a Inlking e Octoling.

Ovviamente il metodo più semplice per imparare a giocare a Splatoon 3 è gettarvi nella modalità storia, perché l'avventura vi insegnerà anche tutto ciò che serve per prepararsi alla Mischia Mollusca. Nel pieno stile di Nintendo, le missioni cominciano a mettervi di fronte alle basi del gameplay per poi presentare sfide sempre più ardue, insegnandovi ad utilizzare qualsiasi tipo di arma.

Ciò detto, la modalità multigiocatore è completamente diversa da quella di qualsiasi TPS abbiate giocato, quindi vi consigliamo di prendervi del tempo per acclimatarvi. Probabilmente però non ce ne sarà bisogno, perché oltre alla profondità di cui abbiamo parlato in questo articolo, la serie di Splatoon funziona a meraviglia anche quando ci si confronta per la prima volta: una volta impugnato il pad, diventa impossibile spegnere la console!

  • .2 Un mondo di armi
Non abbiate paura di testare le armi per la corta distanza!

Eccoci di nuovo a un consiglio che potrebbe sembrare banale se rapportato allo shooter medio ma che nel caso di Splatoon 3 assume delle tinte completamente diverse. Sì, come in tutti gli sparatutto anche in Splatoon ci sono dozzine di armi da sbloccare, tutte differenti e adatte a soddisfare il maggior numero possibile di palati. Ma a Splattonia le cose funzionano in modo leggermente diverso.

Non solo bisogna tenere conto delle statistiche delle varie armi, alternando la mobilità delle doppie pistole alla potenza dirompende dei cecchini, oppure optando per la versatilità dei mitragliatori spara-inchiostro. In Splatoon, infatti, ci sono armi dalla distanza, armi in corpo a corpo, e soprattutto armi pensate per colorare lo scenario o per splattare gli avversari.

Avete nel proprio team un giocatore che utilizza un rullo può infatti fare una clamorosa differenza quando si tratta di seminare inchiostro, ma è ovvio che in questo caso toccherà ai compagni proteggerlo dalla minaccia di armi più adatte alla pura e semplice Splattanza.

Non bisogna aver timore di tentare di utilizzare strumenti esclusivamente corpo a corpo come la Tergilama, il che rappresenta la terza grande opzione nel ventaglio di scelte di Splatoon 3. La gittata è considerevole nonostante la natura, i danni sono elevatissimi, ma anche in questo caso stiamo parlando di oggetti che danno il meglio di sé quando la squadra fornisce il giusto supporto. In conclusione, vi vogliamo consigliare quanto segue: utilizzate le armi che vi piacciono di più, ma tenete sempre d'occhio cosa scelgono i vostri compagni e dategli uma mano!

  • .3 E di personalizzazione estrema
Di Speciali ne esistono 15 diverse e vale la pena di provarle tutte quante!

La scelta dell'arma principale è solamente la prima che si compie approcciando l'universo online di Splatoon 3. Accanto ad essa, infatti, è possibile costruire un loadout estremamente personalizzabile che spazia da Armi Speciali a Strumenti unici per poi passare a Perk esclusivi che potenziano le abilità degli Inkling, ma anche vestiti e addirittura cibo che fornisce bonus in battaglia.

Le Armi Speciali, nello specifico, assolvono il ruolo delle classiche "abilità Ultimate" presenti in diversi altri titoli e vi consentono di seminare il panico sul campo di battaglia una volta che le avrete caricate. Qui c'è veramente l'imbarazzo della scelta: preferite le letali bordate del Trizooka oppure volete puntare sulla mobilità con un jetpack a inchiostro? Tra raffiche di missili a ricerca e carri armati a forma di granchio, sarete voi a dover scegliere lo strumento definitivo di distruzione. Ricordate, però, che molti di questi strumenti sono vincolati all'arma in uso!

Accanto alle Speciali bisogna poi riempire lo spazio destinato alle armi secondarie, sia che vogliate andare sul classico con le intramontabili granate Splat, sia che preferiate i Fari per il rientro tramite Super Jump, i Torpedo o qualsiasi altro strumento. In sostanza, qui è dove trovano una casa tutti gli strumenti tattici di cui vogliate dotare il vostro Inkling.

Infine bisogna pensare ai Perk dell'equipaggiamento, che come da tradizione forniscono una serie di bonus passivi pensati per premiare i diversi stili di gioco. Anche in questo caso la scelta è tutta vostra, perché sul fondale di Splattonia si alternano tecniche stealth e potenziatori della velocità di movimento, perk che aumentano i danni e altri che li riducono. Il nostro consiglio è quello di provare più combinazioni possibili di tutti questi elementi in modo da dominare il campo di battaglia!

  • .4 Vincere le partite
Ciascuna mappa è diversa e richiede strategie uniche, ma ci sono delle cose da tenere sempre a mente.

Non esiste un consiglio univoco per vincere le partite multigiocatore di Splatoon 3, bensì una serie di pratiche che bisogna tenere a mente per arrivare alla vittoria. Molte guide, ad esempio, vi diranno di ricordarvi di colorare subito la vostra area di partenza, ma spesso questo si rivela un errore! Se i nemici infatti attaccano e prendono il controllo del centro della mappa fin da subito, rischierete infatti il tracollo immediato.

Chi controlla il centro delle mappe controlla automaticamente le partite, perché impedisce agli avversari di muoversi liberamente nell'arteria principale del match. Diciamo che il fulcro principale di una vittoria su Splatoon 3, specialmente nella Mischia Mollusca, risiede nel controllo del centro-mappa. Quindi piuttosto che fermarsi a colorare lo spawn, conviene farlo di volta in volta quando si rientra in gioco, concentrandosi invece sul controllo delle strade.

La cooperazione è la chiave di tutto: cercate sempre di capire che armi utilizzano e dove tendono a giocare i vostri compagni, intervenendo quando questi si trovano in difficoltà. Se un compagno rimasto solo viene Splattato, è infatti molto facile che la squadra nemica prosegua lungo il varco che si è creato per raggiungere la vostra zona di rientro; e un nemico che lotta oltre le linee alleate è la peggior gatta da pelare dell'esperienza.

Un'altra cosa di cui bisogna tenere conto è il movimento, e soprattutto il fatto che non conta solo avanzare: una ritirata ben congeniata può infatti consentirvi di agguantare la vittoria, perché ogni volta che verrete Splattati perderete un sacco di tempo utile per innaffiare la mappa. In questo senso ricordatevi sempre della presenza del Super Jump, che non solo è utile per raggiungere i compagni in avanscoperta, ma anche per tornare rapidamente alla base.

L'ultimo elemento da tenere a mente è l'1 vs 1. Stiamo pur sempre parlando di un TPS, per quanto atipico, e ciò significa che l'abilità individuale negli scontri a fuoco può fare la differenza. Un cecchino abile, ad esempio, può letteralmente decimare la squadra avversaria, ma anche in questo caso starà ai compagni prendersi cura di lui! Ricordate, però, che tendenzialmente chi elimina altri Inkling sporca meno le mappe, quindi bisogna sempre mantenere saldo l'equilibrio.

  • .5 Divertitevi
Splatoon 3 è sia party game che titolo profondo, proprio come già accaduto in Super Smash Bros. E Splatoon 3 è la versione Ultimate!

Forse il consiglio più ovvio, ma anche quello più importante: Splatoon 3 è una versione Ultimate della più pura esperienza Splatoon, pertanto vi consente di sbizzarrirvi, di creare il vostro Inkling e di farlo crescere finché non diventerete professionisti delle Mischie Mollusche. L'opera offre tonnellate di contenuti, per cui vale la pena di esplorarli tutti nel dettaglio.

Iniziate dalla modalità in giocatore singolo, che non solo mette sul piatto una nuova storia coinvolgente e spiega le meccaniche di gioco, ma alza anche il sipario su una ricca dose di contenuti opzionali celati negli anfratti dei vari livelli, aumentando notevolmente il tempo necessario per completare tutto.

Fatto ciò, Splattonia vi aprirà tutte le sue porte, presentando personaggi e negozi che possono rispondere praticamente a qualsiasi vostra esigenza. Anche il solo compito di collezionare tutti i loadout vi potrà tenere impegnati per parecchio tempo, ma ricordate: l'arma con cui inizierete a giocare sarà molto difficilmente la vostra preferita, perché il ventaglio di opzioni disponibili ha da tempo oltrepassato il limite consentito.

Splatoon 3 è un titolo al tempo stesso accessibile e profondo, perfetto sia per gli amanti degli sparatutto sia per chi non abbia mai amato questo genere di opere, e proprio qui sta la sua più grande forza: è un gigantesco parco giochi capace di coinvolgere dozzine di videogiocatori differenti, ricco di strati che si sveleranno solamente agli occhi di chi deciderà di stare con lui. E chi deciderà di stare con Splatoon 3, troverà ad attenderlo un ricco calderone di contenuti post-lancio, proprio come gli Splatfest che hanno già iniziato a riscaldare i primi weekend autunnali.

A proposito dell'autore
Avatar di Lorenzo Mancosu

Lorenzo Mancosu

Editor-in-Chief

Cresciuto a pane, cultura nerd e videogiochi, i suoi primi ricordi d'infanzia sono tutti legati al Super Nintendo. Dopo aver lavorato dentro e fuori dall'industry, è finalmente riuscito ad allontanarsi dalle scartoffie legali e mettere la sua penna al servizio di Eurogamer.it.

Commenti