Skip to main content
Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

A Plague Tale Requiem 'era tutt'altro che previsto' nelle parole di Asobo Studios

Un retroscena interessante per il sequel di A Plague Tale.

Con A Plague Tale: Requiem le avventure dei due eroi Amicia e Hugo de Rune entrano nel loro secondo round ad ottobre. In linea con l'imminente lancio, gli sviluppatori di Asobo Studios hanno parlato in un'intervista del lavoro sull'ambizioso action-adventure.

Come ha ammesso il lead level designer Kevin Pinson durante l'intervista, con il completamento dello sviluppo di A Plague Tale: Innocence, non era affatto certo che il gioco avrebbe avuto un seguito. Un incidente che Pinson ha attribuito, tra l'altro, alle risorse gestibili di Asobo Studios.

Nonostante il feedback molto positivo, secondo Pinson, un successore non era scontato. Come afferma il lead level designer dietro A Plague Tale: Requiem, "Quando abbiamo visto il feedback, abbiamo pensato a cosa fare dopo. Non era affatto scontato che ci sarebbe stato un seguito. Siamo guidati dalla narrazione, motivo per cui abbiamo pensato prima alla storia. Con la storia, aveva senso riportare Hugo e Amicia e seguire il loro viaggio. Ed è così che abbiamo iniziato”.

Guarda su YouTube

Mentre il sottotitolo "Requiem" simboleggia una messa tradizionalmente tenuta per commemorare i morti, suggerendo un certo grado di finalità, Pinson afferma che il team di Asobo non sta ancora pensando al futuro e vuole esplorare tutte le possibilità.

A Plague Tale Requiem, recentemente entrato in fase gold, arriverà su PC e console il 18 ottobre.

Fonte: PCGamesN