Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

GTA 6 avrebbe come protagonisti due rapinatori giocabili in una storia ispirata a Bonnie e Clyde

Emergono altri dettagli su GTA 6 dal report di Bloomberg.

Bloomberg ha pubblicato un nuovo report sullo sviluppo di Grand Theft Auto 6, basato su fonti vicine o interne a Rockstar Games. I dettagli parlano di come una cultura rinnovata e migliorata dello studio abbia influenzato il design del gioco, compresi i protagonisti giocabili, la scrittura e il tono.

Stando a quanto emerso, GTA 6, che Rockstar ha confermato essere in fase di sviluppo a febbraio, avrà come protagonisti due rapinatori giocabili in una storia ispirata a Bonnie e Clyde e la protagonista femminile, una novità assoluta per la serie, sarà latina. Il gioco è ambientato in una Miami moderna e romanzata e nelle aree circostanti, il che segna un ritorno a Vice City. Nonostante sia ambientato in una sola città, si dice che il gioco abbia già più ambientazioni interne di qualsiasi altro gioco GTA. Tuttavia, lo studio prevede di aggiornare regolarmente GTA 6 nel tempo per aggiungere altre missioni e persino città. Bloomberg riporta che GTA 6 potrebbe arrivare prima del marzo 2024. Tuttavia, secondo alcune fonti, alcuni sviluppatori di Rockstar sono scettici sul fatto che il gioco possa arrivare entro tale data.

Il report afferma anche che GTA 6 è stato inizialmente chiamato Project Americas ed è stato in sviluppo in qualche forma dal 2014. Tuttavia, lo sviluppo è proceduto più lentamente del solito, in parte a causa del desiderio di Rockstar di adottare orari di lavoro più salutari per evitare crunch, soprattutto sulla scia delle denunce di abusi sul posto di lavoro emerse durante lo sviluppo di Red Dead Redemption 2. Rockstar ha adottato politiche come la conversione degli appaltatori in dipendenti a tempo pieno, l'assunzione di un maggior numero di produttori per ridurre i carichi di lavoro, il miglioramento dei benefit per la salute mentale e l'eliminazione dei membri problematici del personale. Secondo quanto riferito, il morale dello studio è stato molto alto grazie a questi cambiamenti.

Questa mossa fa parte di una ristrutturazione più ampia e progressiva dello studio per eliminare quella che una fonte ha descritto a Bloomberg come una cultura da "boy's club". Secondo quanto riferito, questa ristrutturazione ha influenzato il contenuto dei suoi giochi, soprattutto sulla scia della cultura americana degli ultimi anni. Il cofondatore di Rockstar, Dan Houser, ha parlato nel 2018 della sfida di mettere in scena l'angosciante assurdità dell'America moderna. Bloomberg riporta che Rockstar ha riesaminato il tipo di scrittura e di umorismo per cui è stata criticata in passato per essere più sensibile dal punto di vista culturale. Questo include l'evitare ritratti misogini delle donne e battute che ridicolizzano le comunità emarginate.

La storia di Bloomberg rivela un esempio di questa nuova mentalità. Rockstar aveva sviluppato una modalità ispirata a Cops and Robbers per GTA Online, chiamata Cops' n' Crooks. Tuttavia, lo studio ha deciso di accantonare questa modalità sulla scia dell'omicidio di George Floyd da parte di un agente di polizia nel 2020 e da allora non ha più pianificato di lanciarla.

Se queste notizie sono esatte, Grand Theft Auto 6 potrebbe essere un gioco molto diverso dal punto di vista del tono rispetto ai precedenti. L'abbandono del writer Dan Houser nel 2020 ha indubbiamente avuto un impatto, e sarà curioso vedere un gioco GTA senza il suo tocco narrativo. Il fatto che Rockstar dia valore a un più sano equilibrio tra lavoro e vita privata è senza dubbio positivo. Il tempo ci dirà come questi nuovi cambiamenti influenzeranno l'attesissimo gioco e il futuro dello studio.

Fonte: Bloomberg - Game Informer.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti