Skip to main content
Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Dead Island 2 è disponibile...ma si tratta di una build alpha del 2015

Il ritorno del morto vivente.

Dead Island 2 è stato recentemente pubblicato online ed è disponibile da questo momento per il download gratuito. Purtroppo, non stiamo parlando del gioco completo, di cui non si hanno ancora notizie, bensì di una build alpha risalente ad oltre 5 anni fa, realizzata dal primo team di sviluppo coinvolto nel progetto, Yager.

Partiamo dal principio: quando Dead Island 2 venne annunciato più di mezza decade fa, all'E3 2014, Deep Silver incaricò Yager, noti per aver sviluppato Spec Ops: The Line, di lavorare all'ambizioso sequel. Purtroppo, nel luglio del 2015, la collaborazione fra i due studi cessò a causa di non meglio specificate divergenze creative. Nel marzo 2016, il testimone passò a Sumo Digital, il quale lavorò al titolo per altri tre anni finché, nell'agosto del 2019, lo sviluppo venne spostato all'interno di Deep Silver, più precisamente nelle mani di Dambuster Studios, responsabili di Homefront: The Revolution.

Lo sviluppo è stato sicuramente travagliato e, fatta eccezione per un breve gameplay giocato dai giornalisti nella seconda metà del 2014, Dead Island 2 non si è più mostrato pubblicamente. Ad oggi, Deep Silver continua ad assicurare che il gioco non è stato cancellato e resta tutt'ora in lavorazione.

Qualche giorno fa, Dead Island 2 è tornato sotto gli occhi di tutti, ma non per colpa di un annuncio ufficiale, bensì grazie ad un utente anonimo del 4Chan che ha caricato in rete una versione del gioco molto acerba, rendendola disponibile per il download libero. Lo ripetiamo: ciò che è stato diffuso online è una build alpha risalente al 2015, quindi non dovete aspettarvi un gioco completo e nemmeno rifinito.

In compenso, è possibile visitare tre location, giocare nei panni di diversi personaggi e classi ed è perfino presente una modalità co-op online, anche se quest'ultima è attualmente disabilitata. Inoltre, sono presenti numerosi placeholder e sezioni prive di texture, oltre ad una quantità spropositata di bug e glitch.

Insomma, potete (e dovete) considerarla una piccola finestra su quello che fu il progetto in origine: quando il vero Dead Island 2 verrà pubblicato, sarà indubbiamente diverso rispetto a quanto stiamo vedendo ora.

Guarda su YouTube
Guarda su YouTube

Cosa ne pensate? Secondo voi questa versione di Dead Island 2 aveva del potenziale?

Fonte: Eurogamer