Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Videogiochi e Coronavirus: boom di vendite negli USA, mai così alte in un solo trimestre

Tempo di bilanci più che positivi.

Recentemente sono state svelate le statistiche sulle vendite di videogiochi nel primo trimestre per il 2020 negli USA, e ciò ha evidenziato che le vendite di videogiochi nel Paese sono state le più alte mai registrate in un solo trimestre.

Le informazioni provengono da un comunicato stampa ufficiale dell'NPD. Secondo il rapporto NPD, "la spesa complessiva dei consumatori dell'industria nel settore dei videogiochi negli Stati Uniti ha raggiunto un record di 10,86 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2020". Questi dati indicano che le vendite sono aumentate del 9% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Il report menziona una varietà di giochi che sono stati tra i titoli più venduti del trimestre, tra cui le nuove uscite come Animal Crossing: New Horizons e DOOM Eternal, nonché punti di riferimento evergreen come Grand Theft Auto V, Minecraft e Fortnite. È abbastanza chiaro che il ragionamento alla base di questo trimestre di successo è stato enormemente influenzato dal Coronavirus e dall'aumento delle persone che giocano ai videogiochi a causa della necessità di rimanere in casa.

"I videogiochi hanno portato conforto e connessione a milioni in questo momento difficile", ha affermato Mat Piscatella, analista del settore dei giochi presso The NPD Group. "Dato che le persone sono rimaste a casa più spesso, hanno utilizzato il gioco non solo come diversivo e fuga, ma anche come mezzo per rimanere in contatto con la famiglia e gli amici. Che si tratti di console o mobile, PC o realtà virtuale, i giochi hanno registrato un aumento del gioco e delle vendite durante il primo trimestre". Durante lo stesso trimestre si è registrato anche un aumento delle vendite hardware del 2%, per un totale di 773 milioni di dollari complessivi.

Fonte: VG247

A proposito dell'autore

Claudia Marchetto

Contributor

Commenti