Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

The Last of Us - I nemici

The Last of Us: La guida - I nemici. Descrizioni, strategie, tips per affrontare Runners, Stalkers, Clickers, Bloaters

The Last of Us - I nemici

Il primo impatto con gli esseri umani infettati dal Cordyceps può spiazzare: i primi nemici si limitano infatti a correre all'impazzata verso di noi per sopraffarci in maniera confusionaria. Ben presto le cose si fanno però più complicate, di pari passo con i nemici che diventano progressivamente più pericolosi e inquietanti. Ecco una breve descrizione e alcuni consigli per affrontarli. Se avete una vostra strategia che funziona a dovere condividetela pure nei commenti!

Dopo aver recuperato l'equipaggiamento di Joel insieme a Tess, nel vostro zaino troverete un pamphlet militare con la descrizione (incompleta) dei nemici.

  • Umani (non infetti)

Una breve considerazione per i nemici sopravvissuti al Cordyceps: gli umani hanno comportamenti simili, ma fate attenzione a quelli che indossano un elmetto. Questi ultimi verranno infatti solo storditi da un primo headshot.

  • Runners

Nemici ancora quasi del tutto umani, che non hanno ancora perso la vista e in grado di muoversi velocemente. Tutti i tipi di attacchi sono efficaci contro di essi, ma date retta al vostro istinto di sopravvivenza e tentate di conservare le munizioni: gli attacchi corpo a corpo vanno ancora benissimo. Se vi trovate in forte inferiorità numerica non tergiversate troppo, tentate di darvi alla fuga (tenendo presente la loro non indifferente velocità) e di riorganizzarvi prima di venire sopraffatti. Tenetevi le armi da fuoco e relative munizioni come ultima risorsa.

  • Stalkers

Simili ai Runner ma ancora più aggressivi e pericolosi, propensi alle imboscate. Gli Stalker ci vedono benissimo, tentate di non farli avvicinare anche se in un corpo a corpo è possibile prevalere .

  • Clickers

Come dice anche il pamphlet, i Clicker sono ciechi... ma in compenso ci sentono benissimo! Utilizzano l'ecolocalizzazione per individuare i bersagli. Non avvicinatevi mai a loro standogli di fronte perché vi afferrerebbero, e tenete presente che servono due headshot per ucciderli. Un metodo efficace è distrarli lanciando una bottiglia: potete anche provare a colpirli con essa e stordirli per poi finirli con colpi ravvicinati, ma si tratta di un metodo rischioso, molto meglio usare la bottiglia per provocare un rumore in grado di distrarli.

  • Bloaters

Il pamphlet non arriva a questi nemici, rivelando solo la lettera "B". La buona notizia è che i Bloater sono lenti, quella cattiva (o meglio la prima di quelle cattive) che sono in grado di sostenere ingenti danni prima di soccombere. Non avvicinatevi mai a un Bloater, neanche di soppiatto, e fate attenzione ai loro attacchi di spore a distanza. Molotov o bombe e costante movimento sono le armi migliori contro questi nemici, ma tenete presente che sono ciechi come i Clicker e che potete tentare di evitarli.

Cliccate sul testo seguente in blu per tornare all'indice generale della guida di The Last of Us.

A proposito dell'autore

Avatar di Emiliano Baglioni

Emiliano Baglioni

Contributor

Emiliano si affaccia al mondo dei videogiochi all’epoca del Vic 20. Vive la sua storia di giocatore pensando che prima o poi crescerà e mollerà il joypad, ma non abbandona mai la sua passione, che riesce in qualche modo misterioso a conciliare con tutto il resto.

Commenti

More On The Last of Us

Ultimi Articoli